€ 24.00€ 25.00
    Risparmi: € 1.00 (4%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€Scopri come

Ne hai uno usato?
Vendilo!
Le sfide attuali del diritto internazionale

Le sfide attuali del diritto internazionale

di Antonio Cassese, Paola Gaeta


Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Il Mulino
  • Collana: Itinerari. Diritto
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2008
  • EAN: 9788815113351
  • ISBN: 8815113355
  • Pagine: 320
  • Formato: brossura
Guerre, terrorismo, violazione dei diritti, tutela globale dell'ambiente, lotta alla povertà e globalizzazione economica: sono gli ambiti di cui il diritto internazionale è stato progressivamente chiamato a farsi carico. Si tratta di questioni che sono prepotentemente entrate sulla scena internazionale sotto la forma di emergenze senza confini. Nell'intento di fornire gli strumenti per una più consapevole e approfondita comprensione dei profili giuridici delle relazioni internazionali, il testo non si limita ad analizzare il dato normativo, ma verifica le ragioni politiche e storico-sociali che portano all'affermazione degli istituti del diritto internazionale.

Note su Antonio Cassese

Antonio Cassese è nato il 31 marzo del 1937 ad Atripalda, un piccolo comune campano in provincia di Avellino. Era il figlio dello storico Leopoldo Cassese. Dopo gli studi alla scuola superiore, Antonio Cassese si è iscritto all’Università di Pisa, dove ha conseguito la laurea ed è stato allievo, assieme a suo fratello Sabino, della Scuola Superiore Sant’Anna, all’epoca denominato Collegio medico-giuridico. Divenuto un esperto giurista, dopo gli studi, ha lavorato come giudice e come docente universitario, insegnando Diritto Internazionale presso l’Università degli Studi di Firenze. E’ autore di numerosi saggi e pubblicazioni sia di tipo tecnico sia a carattere divulgativo. Ha inoltre ricoperto numerosi incarichi politici. E’ stato Presidente del Comitato europeo per la prevenzione della tortura e dei trattamenti inumani o degradanti. E’ stato nominato Presidente del Tribunale Penale Internazionale per l'ex-Jugoslavia. Nel 2004 Kofi Annan lo ha nominato presidente della Commissione Internazionale d'inchiesta dell'ONU sui crimini avvenuti durante il conflitto nel Darfur. Nel marzo del 2009 è stato nominato presidente del Tribunale speciale per il Libano (TSL), l'organo di giurisdizione internazionale avente il compito di perseguire i responsabili degli attacchi terroristici in Libano, che avevano condotto, nel 2005, all'omicidio del premier Raf?q al-?ar?r?. E’ morto a Firenze il 22 ottobre del 2011.

Altri utenti hanno acquistato anche: