Sezione suicidi

Sezione suicidi

3.0

di Antonin Varenne


  • Prezzo: € 18.00
  • Nostro prezzo: € 15.30
  • Risparmi: € 2.70 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

In sintesi

“Sezione Suicidi” di Antonin Varenne edito da Einaudi è un libro che racconta la storia di Richard Guérin, un commissario troppo onesto per le sporche strade di Parigi e per gli sporchissimi corridoi di questure e uffici pieni di laidi grassoni in divisa, con la pancia che straborda dai pantaloni e le mani appiccicaticce di croissant. Uno totalmente incapace di accettare compromessi, e che vorrebbe solamente fare bene il suo lavoro, in un ambiente così stonerebbe di sicuro troppo, e porterebbe a numerosi problemi interni alla polizia. E sarebbero senza dubbio problemi difficili da risolvere senza causare malumori e scontentezze tra gli agenti più criminosi e nullafacenti di Francia, che essendo la maggioranza, hanno sempre il coltello dalla parte del manico.
Un personaggio come Richard Guérin è meglio se sta zitto, e non causa danni. Per questo viene spedito alla divisione suicidi del dipartimento di polizia, credendolo un settore di poca importanza strategica e che di sicuro si rivelerà più soporifero che problematico.
Ma trentasei morti suicidi per le strade di Parigi non sono poco importanti. Specialmente se questi morti si sono tolti la vita tutti in maniere insolite e inconcepibili. Fondamentalmente in maniere spettacolari e quasi cinematografiche. Se, per esempio, un fachiro si dissangua completamente davanti al suo pubblico durante lo show, e se un altro decide di uccidersi impalandosi su uno scheletro di capodoglio, e tutti i suicidi in questione si sono ammazzati in pubblico, e per giunta da nudi, magari qualche indagine più approfondita varrebbe la pena di farla.
Cosa si nasconde dietro queste morti altamente sospette e particolarmente evidenti e cruente?
Quale macabro rituale si cela dietro questi 36 cadaveri?
E soprattutto, chi si nasconde dietro la loro ombra, e quali poteri sarà pronto a smuovere pur di non lasciare traccia e venire preso in causa da Richard Guérin e dal suo socio Nichols, un figlio di vecchi hippy americani, che fa lo psicologo e vive in tenda tra le campagne francesi?
In un cabaret di personaggi caratterizzati in modo superbo, risultano straordinariamente vivi e particolari, quanto disadattati e disillusi, questo thriller noir di qualità superiore, accompagna il lettore in un vortice da cui è impossibile staccarsi, perché ricolmo di ironia precisa e colpi di scena ben assestati, che al momento giusto, lasciano a terra come dopo un pugno preso in faccia da guanti di cuoio nero. O come un bel libro, difficile da dimenticare.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro

  • Titolo: Sezione suicidi
  • Traduttore: Montrasi F.
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi. Stile libero big
  • Data di Pubblicazione: marzo 2011
  • ISBN: 8806204734
  • ISBN-13: 9788806204730
  • Pagine: 377
  • Reparto: Gialli
  • Formato: brossura

Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Sezione suicidi e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 2 recensioni)

1.0Scarso, 20-07-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Leggo il giudizio di chi mi ha preceduto e mi viene da chiedere se il matto sono io o con tutto il rispetto il suo recensore. Si può mai giudicare in maniera così positiva, addirittura con il massimo dei voti, un libro che in tutta onestà, a volere essere generosi, merita le due stelle? Ben altri sono i noir, senza offesa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Superbo, 06-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Spiazzante, originale. Non a caso l'autore, sconosciuto nel nostro Paese, in Francia è considerato l'astro nascente del noir nazionale. Gli amanti del genere non dovrebbero proprio perdere questo libro: ci troveranno tutto, dalla trama complessa, ma credibile e senza sbavature, ai personaggi così umanamente tratteggiati da innamorarsene, alla scrittura magistrale.
Ritieni utile questa recensione? SI NO