€ 42.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Separazione nella famiglia di fatto

Separazione nella famiglia di fatto

 


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: CEDAM
  • Data di Pubblicazione: 2008
  • EAN: 9788813294274
  • ISBN: 8813294271
Scopo del presente volume è analizzare i problemi e descrivere le soluzioni che dottrina e giurisprudenza adottano in relazione alla crisi della famiglia di fatto ed alla separazione della coppia convivente.Nell'epoca attuale, nel nostro Paese, non è più contestata la possibilità che il matrimonio possa essere soltanto civile, senza interventi dell'istituzione religiosa. Controversa è ancora la possibilità che esista un'unione diversa dal matrimonio ed eventualmente alternativa ad esso, cui possano essere riconosciuti effetti civili, differenti da quelli attribuibili al matrimonio.Questo tema integra un nuovo momento di contrasto tra cultura laica e cattolica. Esso non si presenta all'attenzione della pubblica opinione da solo, bensì connesso al tema delle coppie gay, sul quale ugualmente la posizione della cultura cattolica ha una propria forte caratterizzazione ed esistono opinioni antitetiche.Anche in conseguenza di ciò, le coppie di fatto non sono attualmente, in Italia, oggetto di regolamentazione.Nella legge si trovano alcune disposizioni che le prendono in considerazione, ma manca una regolamentazione organica ed onnicomprensiva, in grado di rispondere alle esigenze di tutela e di certezza dei diritti che emergono dal sociale.Tra gli eventi che determinano tale necessità vi è la crisi e quindi la separazione della coppia di fatto.Le coppie di fatto, proprio perché simile alle unioni matrimoniali, possono, come esse, rompersi. Quando ciò si verifica in relazione ad una coppia che era unita da tempo e, quindi, aveva beni ed eventualmente figli in comune, la giurisprudenza è chiamata a risolvere i relativi problemi.In assenza di una regolamentazione delle famiglie di fatto, i riferimenti normativi consistono nelle disposizioni previste per la filiazione naturale e nei principi generali dell'ordinamento.Il codice non è carente di precetti per quanto riguarda i rapporti tra genitori naturali e figli, nonché contiene norme di carattere generale, sulla proprietà, sui diritti e sui rapporti giuridici che lo stare insieme possa aver determinato.La Corte Costituzionale è poi intervenuta su alcune questioni, attinenti alla tutela dei soggetti più deboli ed esiste una lunga tradizione di attenzione giuridica al fenomeno, in passato definito di convivenza ""more uxorio"" per la somiglianza o assonanza con il matrimonio.

Altri utenti hanno acquistato anche: