€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Sembra ieri

Sembra ieri

di Luciano De Crescenzo

3.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar bestsellers
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2005
  • EAN: 9788804536345
  • ISBN: 8804536349
  • Pagine: 125
  • Formato: rilegato
Sembra ieri raccoglie le memorie d'infanzia del famoso ingegnere-filosofo: una serie di fotografie d'epoca, un po' sbiadite, con i ricordi umoristici e nostalgici dei personaggi che hanno segnato i suoi primi anni di vita, e insieme la storia e i costumi di una famiglia napoletana dei primi anni del secolo. Nuova edizione riveduta e ampliata con testi inediti.

Note su Luciano De Crescenzo

Luciano De Crescenzo è nato a Santa Lucia (Napoli) il 18 agosto del 1928. Ha frequentato la scuola elementare nel quartiere Chiaia assieme a Carlo Pedersoli, (l'attore conosciuto come Bud Spencer), di un anno più piccolo di lui. Da piccolo ha lavorato nel negozio di guanti gestito dal padre. Ha studiato Ingegneria presso l’Università di Napoli Federico II, dove ha conseguito la laurea con il massimo dei voti. Dopo la laurea inizia a lavorare come rappresentante commerciale per l’IBM e vi resta per circa vent’anni, divenendo dirigente, prima di capire che quella non era la sua vera vocazione. Nel 1976 decise di lasciare il lavoro per dedicarsi a alla scrittura. Il suo romanzo d’esordio, “Così parlò Bellavista”, è del 1977. In breve tempo il romanzo divenne un caso letterario, anche grazie all’appoggio ricevuto dal conduttore Maurizio Costanzo, che presentò l’autore al grande pubblico durante il talk show “Bontà loro”, condotto dallo stesso Costanzo. Il suo primo romanzo vendette olter 600.000 copie e fu tradotto in giapponese. Dal 1977 ad oggi, De crescenzo ha pubblicato numerosissime opere, vendendo complessivamente circa venti milioni di copie in tutto il mondo. Ai romanzi si aggiungono opere di saggistica in cui emergono il suo umorismo e la sua passione per la filosofia antica. Nella sua lunga carriera si è anche occupato di cinema e di TV. Ha esordito come attore nel film d’esordio alla regia di Renzo Arbore, “Il pap’occhio” (1980). Nel 1984 ha esordito alla regia, con il film “Così parlò Bellavista”, tratto dal suo omonimo romanzo. Ha recitato accanto ad attori del calibro di Sofia Loren e Roberto Benigni. Durante gli anni ottanta e novanta, ha condotto per la RAI la trasmissione televisiva “Zeus - Le Gesta degli Dei e degli Eroi” sui miti e sulle leggende degli antichi greci. Ha ricevuto numerosi riconoscimenti, sia come scrittore, sia in ambito cinematografico.  

Altri utenti hanno acquistato anche:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Sembra ieri e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.0 (3.2 di 5 su 6 recensioni)

3.0Leggero e semplice., 01-01-2015
di - leggi tutte le sue recensioni
"Sembra ieri" è un racconto piuttosto breve, leggero, facile da leggere, scritto con semplicità e sentimento. L'autore descrive la sua famiglia con tatto e delicatezza, e infatti la nonna, i genitori e gli zii di Luciano De Crescenzo sono i protagonisti dei dieci ritratti che compongono questo breve romanzo. Il personaggio di maggior spessore è senza dubbio il papà di Luciano De Crescenzo: un uomo serio e di grande umanità.
Questo libro è certamente da consigliare a chi cerca un testo con cui distrarsi e trascorrere qualche ora.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Malinconico, 23-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Luciano De Crescenzo si toglie per una volta la veste di divulgatore, abbandona i miti greci e la filosofia, e produce un'opera malinconica ed introspettiva nella quale osserva con gli occhi di un adulto coloro che hanno riempito i giorni della sua infanzia, dalla quale sono passati molti anni, anche se "sembra ieri". Il libro è fantastico e muove la malinconia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Libro molto personale, 23-05-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro di De Crescenzo dipinge le figure della sua famiglia e che lo hanno attorniato nel tempo, viste in chiave comica, il che rende il libro ulteriormente malinconico. Si parla di una vita che c'era e che non c'è più, e di un'infanzia passata a Napoli che è lontana nel tempo ma ancora vicina nell'anima.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Sembra ieri, 12-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Una raccolta dei ricordi di famiglia di Luciano De Crescenzo.
Oppure, secondo me, un libro scritto tanto per scriverlo, perché per contratto doveva consegnare qualcosa alla casa editrice.
Non spiacevole, ma del tutto inutile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La famiglia., 22-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Divertente "recensione" della grande famiglia allargata di Luciano De Crescenzo con zii, cugini, nonne e nonni ed ovviamente i genitori dell'autore. E con tutto un bagaglio di numerose valige zeppe di sventure, pettegolezzi e curiosità che fanno sorridere...anche quando si tratta di storie tristi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0spiritoso, 07-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è uno di quei libri così brevi che puoi leggere in un'ora, ma in quel lasso di tempo c'è spazio per risate e riflessione.
Io l'ho trovato interessante, soprattutto perchè ti fa conoscere tutta la famiglia dell'autore e capisci perchè De crescenzo è sempre De crescenzo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO