€ 8.50€ 10.00
    Risparmi: € 1.50 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La scomparsa dell'Italia industriale

La scomparsa dell'Italia industriale

di Luciano Gallino

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Vele
  • Data di Pubblicazione: giugno 2003
  • EAN: 9788806166281
  • ISBN: 880616628X
  • Pagine: 106

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
In quarant'anni l'Italia ha perso quasi per intero la propria capacità industriale, che sarebbe azzerata se dovesse cadere anche l'industria dell'automobile. Se non troverà modo d'inventare una politica industriale adeguata, sarà presto collocata nel novero dei paesi semi-periferici del sistema mondo. Anche se dovesse mantenere in loco qualche stabilimento di produzione, tutte le decisioni in merito all'occupazione, alle retribuzioni, a cosa si produce e a quali prezzi, ai prodotti che entrano nelle nostre case e conformano la nostra vita, saranno prese altrove.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La scomparsa dell'Italia industriale acquistano anche Ai lavoratori di Adriano Olivetti € 5.70
La scomparsa dell'Italia industriale
aggiungi
Ai lavoratori
aggiungi
€ 14.20


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 3 recensioni)

3.0Amara panoramica del depauperamento industriale, 26-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro asciutto e lucido, fornisce una panoramica della storia economica dell'Italia dal dopoguerra al 2000, ripercorrendo le storie di grande successo e di drammatica rovina, senza cadere nella tentazione del giudizio politico o della dietrologia. Non sempre facile per coloro che, digiuni della materia, non padroneggiano la storia del nostro Paese.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Ottimo, 21-07-2011, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un libro del 2003 ma ancora attuale. Gallino è bravissimo a fare una panoramica in pochissime pagine del declino industriale italiano degli ultimi 30.
Un esame perfetto che denuncia la mancanza di una politica industriale da parte dei governi che si sono succeduti negli ultimi decenni e che hanno permesso la svendita di settori strategici della nostra industria.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Grande industria italiana: tante occasioni perse, 08-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
I temi della crisi del lavoro e della scarsa competitività dell'industria italiana appaiono così frequentemente nei discorsi di politici e industriali che ormai non vi si presta più attenzione. Tali problematiche non sono il risultato di congiunture economiche sfortunate o della "globalizzazione" ma il frutto di decenni di politiche poco lungimiranti per non dire "suicide" messe in atto dai vari governi con la collaborazione di oligopoli industriali e finanziari. In questo piccolo ma denso libro l'autore esamina diversi settori industriali (informatico, chimico, automobilistico, aereonautico, hi-tech) ricostruendone la storia e dimostrando come fossero presenti ingenti risorse materiali e intellettuali che sono state sprecate. E anche quando ci fu la possibilità di recuperare come nel caso dell'aereonautica civile con la proposta di entrare nel consorzio Airbus, i nostri governi si fecero sfuggire l'opportunità.
Ritieni utile questa recensione? SI NO