La scacchiera nera

La scacchiera nera

1.5

di Miki Monticelli


  • Prezzo: € 20.00
  • Nostro prezzo: € 15.00
  • Risparmi: € 5.00 (25%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Mondadori ragazzi


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Nello stesso istante, a migliaia di chilometri l'uno dall'altro, tre ragazzi Ryan, un americano, Morten, danese, e Milla, italiana -, entrano in possesso di una scacchiera ottagonale dall'aria molto antica. Il Guerriero, l'Arciere e il Ladro Nero sono le sole tre pedine rimaste sulla scacchiera e sembrano invitarli a fare la prima mossa. Ma appena le toccano, i tre ragazzi vengono trasportati in un mondo parallelo dove è in corso una guerra, una guerra sanguinosa e secolare che un mago ha trasferito sul tavoliere in modo che il mondo degli uomini potesse continuare a esistere. Così Ryan si accorge di essere diventato il Guerriero del Fuoco. Lui, però, non riesce a credere di essere un eroe e soprattutto che il Ladro Nero, quella ragazza dagli occhi di smeraldo e dall'aria indifesa, sia il suo più acerrimo nemico. Contro ogni regola del gioco, Ryan decide di fidarsi di quella ragazza che combatte contro il proprio lato oscuro, e scoprirà che a volte una mossa imprevedibile può cambiare le sorti di una partita.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La scacchiera nera acquistano anche Origin di Jennifer L. Armentrout € 10.20
La scacchiera nera
aggiungi
Origin
aggiungi
€ 25.20

I libri più venduti di Miki Monticelli:


Dettagli del libro

  • Titolo: La scacchiera nera
  • Editore: Piemme
  • Collana: Freeway
  • Data di Pubblicazione: Aprile 2009
  • ISBN: 8856605112
  • ISBN-13: 9788856605112
  • Pagine: 465
  • Reparto: Narrativa > Fantasy
  • Formato: rilegato

Voto medio del prodotto:  1.5 (1.6 di 5 su 5 recensioni)

2.0Assurdo e contorto, 07-03-2012
di A. Gabetti - leggi tutte le sue recensioni
Non sono riuscita a finirlo, era davvero troppo pesante, contorto e assurdo.
La storia all'inizio non è male, per lo meno è diversa dai soliti fantasy stracopiati che girano di questi tempi, ma andando avanti si
fa decisamente noiosa e scialba.
I personaggi non hanno uno straccio di caratterizzazione, sono piatti, vuoti, totalmente incolori.
Magari andando avanti si è fatto più appassionante, ma per quanto ne abbia letto posso definirlo noioso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0La scacchiera nera , 15-07-2011
di P. Proceddu - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo fantastico nel puro stile maccheronico italiano (non è un complimento) . Lo spessore psicologico dei personaggi è nullo, l'interazione tra loro uguale dalla prima pagina all'ultima e lo sviluppo della trama è quella di un action-adventure alla Tomb Rider, con mostri ed ambientazioni diverse ad ogni capitolo che paiono avere come unica giustificazione l'immissione di novità nel romanzo. Anche gli adolescenti si meritano un fantasy migliore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Ciarpame, 10-03-2011
di A. Caracò - leggi tutte le sue recensioni
Copertina decisamente simile a quelle dei volumi di Licia Troisi e, purtroppo, stessa storia: ci ritroviamo di fronte ad un prodotto estremamente sotto la media, ideale forse - e qui non sono nemmeno sicura - solo per bambini. Porcherie programmate a tavolino, nel tentativo di tirare fuori un nuovo caso letterario.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Che porcheria, 19-11-2010
di A. Coniglio - leggi tutte le sue recensioni
Che porcheria. Gli italiani non sono - più, ormai - un popolo troppo portato per la scrittura e per il genere fantasy ancora peggio. Mi dispiace che vengano pubblicate queste cose, creando così una pessima fama a tutto un genere letterario che, invece, merita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Si può fare di più!, 07-07-2010
di M. Godani - leggi tutte le sue recensioni
Un fantasy carino: la trama è interessante ed anche piuttosto avvincente, anche se forse i personaggi appaiono un po' piatti e la loro eventuale evoluzione non viene approfondita. Mi è dispiaciuto sapere poco sull'arcere, e credo che forse sarebbe stato meglio lo scrivere il tutto in terza persona, in modo da avere la possibilità di cambiare punto di vista e magari, per esempio, scrivere dei capitoli su Milla ed altri sull'arciere, per capire più cose sulla loro natura e sugli avvenimenti che li interessano.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
product