€ 9.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Satire. Testo latino a fronte

Satire. Testo latino a fronte

di Q. Flacco Orazio

4.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
Se non avete mai letto Orazio (65-8 a. C.), la sbalorditiva modernità di Roma e della civiltà classica non vi è stata ancora rivelata per quanto merita. I suoi versi raccontano le opere e i pensieri di una febbrile e raffinata società metropolitana di duemila anni fa, smascherandone satiricamente le vanità, le goffaggini e i vizi. A cominciare da quello stato d'animo di trafelata ansia che noi contemporanei definiamo 'stress': quell'accumulare obblighi mondani e inutili impegni, quel dannarsi per avere sempre di più che distolgono dalla virtù anziana per eccellenza, la giusta misura. Orazio sembra scrivere per gli 'emergenti' dei giorni nostri, per gli ammalati di potere, per le vittime delle mode. Non gli sfugge un solo vezzo, una sola debolezza: ma ha il pregio (rarissimo per un moralista) di non dispensare severi precetti, né ammaestramenti infallibili. Preferisce, sorridendo, descrivere i romani (incluso se stesso), e accompagnarli lunga i loro errori, piuttosto che maledirli da qualche pulpito presunto. A dimostrazione che la buona satira è il miglior antidoto conosciuto della cattiva retorica. (Michele Serra)


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0La poesia romana in prosa!, 07-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Orazio può essere considerato il primo vero poeta latino che ha scritto in prosa e che ha portato un po' di "realismo" nella poesia, rendendola più veritiera. In questo si riconosce un intento ben più alto di quello dell'intrattenimento, bensì una certa tendenza a gettare le basi per insegnare un vero e proprio stile di vita al suo lettore. Vi sorprenderà.
Ritieni utile questa recensione? SI NO