Saperci fare. Corpi e autenticitÓ

Saperci fare. Corpi e autenticità

di Franco La Cecla


  • Prezzo: € 10.00
Spedizione a 1€  Spedizione con Corriere a solo 1€ sopra i 24 euro! (Scopri come)
Voto medio del prodotto:
5.0
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
RACCOGLI BEENZ E RICEVI FANTASTICI PREMI!
Acquistando questo prodotto raccogli 10 beenz o più. Scopri come
Aggiungi al carrello

Descrizione

Nella foto di Enzo Sellerie, quattro uomini stanno attorno a un albero nella piazza di un paese siciliano. Non si dicono nulla, eppure i loro corpi "parlano" in quello che appare come un ripasso delle regole dell'identitÓ maschile. I gesti, i modi, le posture che modellano i corpi sono tutte facoltÓ umane, cioŔ tecniche che si apprendono grazie a un lungo training che comincia sin dalla nascita. "Saperci fare" Ŕ dunque questa capacitÓ di acquisire una padronanza di sÚ che Ŕ il contrario della spontaneitÓ. Attraverso la gestualitÓ delle pi¨ comuni pratiche umane, come il dormire o il sedurre, La Cecla ci introduce a un'antropologia del corpo in cui la "naturalezza dei modi", la loro "autenticitÓ", rimanda a quella conformitÓ mimetica, a quella somiglianza, indispensabile per far fronte alle sorprese e ai tornanti dell'esistenza.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Saperci fare. Corpi e autenticitÓ acquistano anche Il primate della moda. L'antropologia della moda come teoria della cultura di Andrea Guasparri € 20.00
Saperci fare. Corpi e autenticitÓ
aggiungi
Il primate della moda. L'antropologia della moda come teoria della cultura
aggiungi
€ 30.00


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti


Scrivi una nuova recensione su Saperci fare. Corpi e autenticitÓ e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)


5.0Saperci fare, 01-04-2011
di E. Longobardi - leggi tutte le sue recensioni

Peccato che il voto si fermi soltanto a cinque!
Il "Saperci fare" non Ŕ un dono di natura, ma Ŕ una tecnica che si acquisisce negli anni, anzi che le varie culture del mondo acquisiscono nei secoli. La Cecla parte dalla tecnica al sonno che le diverse popolazioni hanno sviluppato nella loro storia. Si passa al corteggiamento uomo donna, al mito del Don Giovanni e del latin lover, non tanto nell'atto finale della conquista - laddove questa avviene - quanto nella liturgia dell'approccio e della narrazione della conquista dove si intersecano linguaggi, espressioni e fisionomie che raccontano di un popolo molto pi¨ di 1000 libri. E per finire, il linguaggio del corpo raffigurato da fotografie che ci narrano l'inscindibile binomio tra l'uomo ed i suoi luoghi, dove le sue radici che si manifestano con sicurezza nella postura e nelle emozioni che questa esprime.


Ritieni utile questa recensione? SI  NO