Rossovermiglio

Rossovermiglio

3.5

di Benedetta Cibrario


  • Prezzo: € 15.00
  • Nostro prezzo: € 12.75
  • Risparmi: € 2.25 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

La protagonista del romanzo è una giovane donna appassionata e ribelle, ma è cresciuta in una famiglia - e in un ambiente - dove l'eleganza, la compostezza, la sobrietà e il rigore sono più che dei valori, sono l'unica forma di vita concepibile. Appena ventenne, accetta dunque un matrimonio combinato per lei dal padre. Non sarà una scelta felice, probabilmente anche perché il destino ha messo sulla sua strada l'affascinante ed enigmatico Trott, che nell'arco di un decennio, con tre impreviste apparizioni, comprometterà definitivamente il precario equilibrio del suo matrimonio. La protagonista incarna infatti un momento di trasformazione di un'intera società: troppo moderna per adattarsi docilmente a proseguire nel solco tracciato dalle altre donne di famiglia e al tempo stesso ancora troppo fragile, e soprattutto troppo poco abituata a dare ascolto ai sentimenti e alle emozioni, per vivere la propria ribellione sino alle estreme conseguenze. Ma è come se Trott l'avesse risvegliata da un incantesimo e fin dal primo incontro avesse innescato in lei un processo di cambiamento che non può più essere arrestato. Da qui la scelta di trasferirsi da sola nella campagna senese, a San Biagio, abbandonando una città, Torino, che sta rapidamente cambiando sotto l'impulso della nascente industria, e un marito che ha sempre sentito estraneo e che la tradisce sfacciatamente.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Rossovermiglio acquistano anche Ribelli in paradiso. Sacco, Vanzetti e il movimento anarchico negli Stati Uniti di Paul Avrich € 14.25
Rossovermiglio
aggiungi
Ribelli in paradiso. Sacco, Vanzetti e il movimento anarchico negli Stati Uniti
aggiungi
€ 27.00

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Benedetta Cibrario:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Rossovermiglio e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.5 (3.3 di 5 su 21 recensioni)

2.0Che delusione, 25-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Classica storia di una donna della nobiltà che si ribella al suo ambiente, costretta in un matrimonio combinato che non la soddisfa, con un marito che la tradisce, insomma la solita storia sentita e risentita. E' molto banale e per nulla coinvolgente, anche un pò noioso infatti si fa fatica a leggerlo fino in fondo, mi aspettavo qualcosa di più.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bello., 30-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La copertina che ricorda quasi una rosa e il titolo un pò ambiguo mi hanno molto incuriosito, sebbene tenda a diffidare dei libri che vincono premi perchè alla fin fine risultano sempre noiosi. Mi sono dovuta ricredere però, questo libro non è affatto male, anzi è molto ben scritto e la storia è risultata abbastanza interessante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una bella sorpresa, 10-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Rossovermiglio ha vinto il Premio Campiello e lungi da me l'idea o la presunzione di disprezzarne il valore; si tratta di un'opera certamente ben scritta che non ho avuto difficoltà né provato fatica a leggere in un tempo tutto sommato breve. E' la storia - molto ben scritta - di una donna appartenente all'alta borghesia piemontese che, dopo un matrimonio combinato, trova il coraggio di seguire il suo anticonformismo, lasciando il marito e andando a rifugiarsi in Toscana, a Siena, in una località chiamata "La Bandita". La vicenda si svolge a partire dagli anni 30, in un'Italia che - come la propotagonista, del resto - cambia volto pur mantenendo vecchi vizi e antiche virtù. La pecca a mio giudizio è "la soluzione narrativa" che sa di già letto, ad un certo punto è stato facile capire dove si andasse "a parare", ciò non toglie che è una piacevole lettura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Rossovermiglio, 15-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Se l'idea di una storia diversa dalle altre poteva essere un promettente inizio per il romanzo, la mancanza di spunti originali che alimentino questa breve premessa non concede al libro di decollare pienamente. La scarsa introspezione psicologica dei personaggi inoltre determina l'assoluta mancanza di phatos.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Rosso Vermiglio, 29-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Benedetta Cibrario, fiorentina di origine e' al suo primo esordio con questo romanzo.
Protagonista, una giovane donna cresciuta con la disciplina e la classe dell'aristocrazia piemontese, aspetti di notevole considerazione nella sua vita sono il decoro e la dignità nell'accettare dal padre un matrimonio combinato.
Una lotta contro il destino che le fa incontrare Trott un giovane uomo ricco di fascino e molto enigmatico, che nell'arco di un decennio metterà in crisi definitivamente la farsa del suo matrimonio per indurla a cambiamenti drastici.
In questa fase del romanzo la protagonista sembra incalzare gli aspetti di una società troppo rigorosa e moderna per accettare la naturale forma di ribellione che appartiene ad ogni ceto sociale.
La sensazione che prova e' di essere stata vittima di un sortilegio e di essersi svegliata da un brutto sogno, con l'arrivo del giovane Trott nella sua vita, le si apre una nuova porta che le farà volgere lo sguardo ad un futuro fino ad allora incerto e privo delle emozioni che a stento tratteneva nel suo animo inquieto.
Da qui la scelta di trasferirsi A san Biagio nel cuore delle colline Toscane, ascoltando i profumi e osservando i colori di una nuova terra lasciandosi alle spalle per sempre Torino, che sta rapidamente crescendo da un punto di vista industriale e abbandonando la figura di un uomo marito assente che da sempre la tradiva senza pudori.
Un romanzo che riunisce e sintetizza gli aspetti della vita comune, legami che si creano e si distruggono per opera dell'uomo ma anche la magia e la velatura di un alone di mistero che la scrittrice desidera trasmetterci dall'inizio alla fine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Rossovermiglio, 29-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Bello, ma se l'autrice fosse riuscita a sintetizzare il tutto in cento pagine sarebbe stato meglio. I malevoli l'hanno etichettata come un "Via col vento" in salsa toscana (o meglio al profumo di sangiovese). Seppur lo spunto ne apparenta qualcosa, la protagonista del romanzo mi è sembrata volare attraverso altri lidi, come un grande affresco di un mutamento epocale, iniziando la narrazione da un ormai lontano 1928 per terminare in qualche imprecisato anno prima della fine del secolo. Certo si vede che l'autrice ha letto, ed ogni tanto citazioni e rimandi affiorano alla penna. Come quando dice "Ho diciannove anni e non so che cosa farmene" che mi rimanda sempre all'attacco di "Aden, Arabia" di Paul Nizan o afferma con Tabucchiana precisione "Mi ricordo. SI, mi ricordo". Per il resto è un buon gradevole alternarsi tra passato e presente, sul filo dei ricordi di questa anziana signora che nella tenuta toscana vicino Siena (che non a caso si chiama La Bandita') cerca di annodarli prima che siano inannodabili.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Ribelle aristocratica, 26-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il Piemonte che si contrappone alla citta' di Siena, una donna combattuta tra la tradizione e la ribellione, tra l'essere e l'apparire, tra la convenzione e il coraggio. Una storia convincente che sa di terra e di verita' , e d'amore, quello che emoziona e toglie il fiato. Intenso. Da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Rossovermiglio, 12-02-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Pensavo fosse il mio genere di romanzo, invece ne sono rimasta molto delusa. Una storia scialba e banale che non lascia emozioni al lettore, il finale è la parte migliore del libro ma non è riuscito a cambiare il mio giudizio. Forse se non fosse stato scritto con continue ingerenze del presente nel passato della storia sarebbe stato più emozionante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Realistico, 08-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
E' il primo libro che leggo di Benedetta Cibrario, ma devo proprio di re che mi è piaciuto. Scrittura essenziale e molto scorrevole che ci presenta la fine di un'epoca e di un mondo visti però attraverso la vita della protagonista che sfida tutte le ipocrisie dell'epoca.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Rossovermiglio, 29-01-2011, ritenuta utile da 7 utenti su 18
di - leggi tutte le sue recensioni
La trama è abbastanza banale e scontata, si riscatta un po' verso il finale, che mi ha spinto a un giudizio più positivo di quanto non intendessi dare, ma devo ammettere che, per quanto mi aspettassi qualcosa di meglio, è leggibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Rossovermiglio, 08-12-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Ritengo che la storia raccontata dalla Cibrario sia scontata e molto prevedibile. La protagonista è una donna ribelle, anticonformista ma anche un pò cieca dato che non si è accorta che suo marito l'ha sempre amata!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una storia da leggere, 30-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Una prosa scorrevole, ma ricercata. Le prime pagine si leggono a fatica, non catturano l'attenzione del lettore, ma ben presto l'interesse riaffiora e la storia convince, ti prende. Un plauso all'autrice, certamente un premio meritato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Rossovermiglio (21)