€ 23.60
Attualmente non disponibile, ma ordinabile (previsti 15/20 giorni lavorativi)Effettua l'ordine e cominceremo subito la ricerca di questo prodotto. L'importo ti sarà addebitato solo al momento della spedizione.
Consegna prevista dopo Natale In ritardo con i regali? Scopri i nostri Buoni Regalo da stampare o da inviare per e-mail.
Metti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Romanzo criminale

Romanzo criminale

di Giancarlo De Cataldo

4.5

Attualmente non disponibile, ma ordinabile (previsti 15/20 giorni lavorativi)
  • Editore: Folio
  • Data di Pubblicazione: 2011
  • EAN: 9783852565088
  • ISBN: 3852565081
  • Pagine: 575

Note su Giancarlo De Cataldo

Giancarlo De Cataldo è nato a Taranto nel 1956. Vive a Roma dal 1973, dove attualmente lavora come Giudice di Corte d’Assise. Ha da sempre coltivato la sua passione per la letteratura che lo ha portato a scrivere numerosi romanzi, testi teatrali e sceneggiature. I romanzi da lui pubblicati, sono per la maggior parti romanzi gialli. Il suo primo romanzo è del 1989 e si intitola “Nero come il cuore”. Il libro che ne ha sancito il successo, è “romanzo criminale”, del 2002, che racconta le vicende della banda della Magliana nella Roma degli anni Settanta. Grazie all’opera, De Cataldo ha vinto nel 2003 il prestigioso Premio Letterario Giorgio Scerbanenco in quanto autore del miglior romanzo giallo/noir italiano pubblicato nel corso dell'anno precedente. Dal romanzo è stato tratto un film omonimo, diretto da Michele Placido, ed una serie televisiva diretta da Stefano Sollima. Nel 2007 ha pubblicato “Nelle mani giuste”, romanzo ambientato durante gli anni Novanta che riprende alcuni dei personaggi e alcune delle vicende narrate in “Romanzo criminale”. Nel 2012 ha pubblicato invece “Io sono il libanese”, che racconti i fatti antecedenti. Nel 2006 ha curato per conto della Rai la serie tv “Crimini”.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Giancarlo De Cataldo:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 23 recensioni)

5.0Già un classico, 31-01-2016
di - leggi tutte le sue recensioni
Impossibile non amare questo racconto nero, sporco, arrabbiato e così folle da essere (quasi) vero: la narrazione è veloce, i personaggi indelebili e anche i passaggi più macchinosi e meno avvincenti sono resi in modo egregio. Senza ombra di dubbio un vero e proprio classico che getta le basi per un nuovo corso della letteratura contemporanea italiana.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bellissimo, 18-03-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Un bellissimo romanzo che esplora la parte più nascosta di un’Italia che pochi di noi conoscono. Roma con la sua bellezza, roma con le sue storie di guerra pace, dove la politica e lo Stato s'incontrano con la malavita, dove la malavita trova la sua forza e ci rivela le sue debolezze. Erano ragazzi, erano cresciuti sulla strada, hanno amato a modo loro, odiato, sognato, ucciso... Sono entrati a far parte della storia della nostra Italia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La Banda della Magliana, 09-05-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Tutto ciò che avreste voluto sapere sulla Banda della Magliana e non avete mai osato chiedere. Ovviamente in forma romanzata. De Cataldo non ha lo stile sopraffino da scrittore, ma sa ugualmente catturare. Un'unica pecca: si finisce con l'empatizzare troppo con i componenti della Banda. Da questo libro il film di Placido e la spettacolare serie televisiva.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il Libanese e co., 24-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
De cataldo con questo romanzo racconta una Roma a cavallo tra gli anno 70 e 80, segnate da episodi criminali che fanno emergere il potere della Banda della Magliana nel traffico e spaccio di droga, i contatti con la camorra, con la mafia e con i servizi segreti. Libanese, Dandi e Freddo vengono analizzati anche da un punto di vista umano e familiare. Noir che scorre nelle mani del lettore, ricco di dettagli che affascinano. Ottima la trasposizione cinematografica di Placido, e ancor meglio quella della fiction tv-sky. Consigliatissimo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Romanzo criminale, 23-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un bel romanzo noir italiano, approfondito, coerente, appassionante, con una storia che procede di corsa, su di un filo teso e affilato. De Cataldo scrive veramente bene, ti incolla alle pagine, anche se troppi dialoghi in romanesco talvolta rallentano chi non è propriamente avvezzo. Man mano che ci si addentra nasce un'inquietudine dovuta alle trame oscure, agli organismi parastatali sconosciuti, ai giochi di potere, resi in maniera cruda e vera. Da leggere anche se si è visto il bellissimo film.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Romanzo criminale, 17-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Libro dal quale è stata fatta sia una trasposizione cinematografica che televisiva in puntate. Narra tra realtà e fiction la storia della banda della magliana che in pochi anni ha messo sottosopra Roma. Purtroppo come in altri casi questi personaggi "belli e dannati" risultano essere simpatici e ci si affeziona non pensando in realtà al male che hanno fatto alla società. Il libro comunque risulta essere molto piacevole, intrigante e ben scritto. Consiglio la lettura e anche la visione della serie tv.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Da non perdere, 15-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Dopo aver guardato film e serie tv non potevo perdere il libro. E ho fatto bene! Sicuramente superiore al film - sicuramente in due ore non è possibile racchiudere tutto ciò che è narrato - ma pari con la serie tv. Il libro è molto scorrevole, mai noioso, i personaggi sono di fantasia ma la storia racchiude anche un pò di verità, la verità su una banda criminale che in poco tempo ha sottomesso la capitale. Da leggere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La storia della banda della Magliana, 21-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia della banda della magliana, leggermente romanzata ed interpretata in maniera magistrale. Il lettore è catapultato nella lunga epopea criminale di questo gruppo di ragazzi che da "pischelli" si ritrovano a trattare con lo stato e con boss molto più potenti di loro. Da non perdere la serie televisiva.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Romanzo criminale, 09-08-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Grande libro, bella panoramica suglianni più neri della storia italiana, non ho visto il film di cui bene si è parlato. Ma il libro scorre. Prova d'autore l'affrontare un tema giornalistico, dandone un risalto corale ma "con persone". E con un pezzo di storia italiana e romana quanto, ancora, non chiarita. Un'Italia segreta, inquietante in un romanzo che ha il ritmo delle saghe noir americane. Un libro dove i protagonisti sono una banda di giovani delinquenti che decide di conquistare Roma, e diventa un esercito quasi invincibile. Politica, servizi segreti, giudici onesti, poliziotti e il più grande bordello della Capitale in un romanzo basato su una minuziosa documentazione.
Un'organizzazione nascente, spietata e sanguinaria, dalle periferie cerca la conquista del cielo. Tre giovani eroi maledetti, che hanno un sogno ingenuo e terribile. Un poliziotto molto deciso, un coro di malavitosi, giocatori d'azzardo, criminologi, giornalisti, giudici, cantanti, mafiosi, insieme a pezzi deviati del potere e terroristi neri. Un romanzo epico di straordinaria potenza. La prima parte scorre con un gran piglio. Nella seconda, dove si arriva ai "nodi" a volte si impantana. Ma restano nello scorrere delle pagine il Freddo, il Libanese, il Dandi, il Nero. Unica pecca forse i troppi nomi, quasi che servisse un indice per ricordarli tutti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Romanzo criminale, 21-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Molto bello, anche se ovvimanete molto pesante visto l'argomento che tratta. Ovviamente le cose dette sono tante, i personaggi moltissimi e alcuni fatti restano accennati, buttati là e poi subito taciuti quasi a voler spingere il lettore ad approfondire personalmente le vicende. Comunque è un libro notevole, a metà tra il romanzo e la docufiction, che io consiglio vivamente a tutti coloro che sono curiosi di conoscere gli intrecci fra stato, servizi segreti, mafia e mala.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il racconto sporco di un'epoca, 07-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Leggendolo che si entra fino in fondo alla sporca storia della banda della Magliana: di ragazzi di strada che, spietati, la strada se la vogliono prendere. C'è tutto: droga, amicizia, amori, sesso, mafia, terrorismo e servizi segreti. Una contrapposizione di eventi: il lato deciso e implacabile del commissario Scialoja ed il lato sanguinario e confuso dei rapporti criminali.
Un titolo che epico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Romanzo criminale, 07-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un bel pezzo di Italia narrato senza peli sulla lingua. Le donne, i cavalieri, l'armi e gli amori, Roma capoccia e irriducibile "palazzo", pingui epigoni del machiavellismo, una speranza che si dipana velocemente lungo le pagine per terminare bruscamente con l'ultima di esse, rendono dolorosa la lettura.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Romanzo criminale (23)