€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
O Roma o morte. 1861-1870: la tormentata conquista dell'unità d'Italia

O Roma o morte. 1861-1870: la tormentata conquista dell'unità d'Italia

di Arrigo Petacco

4.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar storia
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2011
  • EAN: 9788804612339
  • ISBN: 8804612339
  • Pagine: 160
  • Formato: brossura
"È notorio" scriveva Massimo d'Azeglio pochi giorni dopo la proclamazione dell'unità d'Italia "che, briganti o non briganti, i napoletani non ne vogliono sapere di noi e che ci vogliono sessanta battaglioni, e pare che non bastino, per tenerci quel regno. Forse c'è stato qualche errore..." Era il 1861. L'Italia non era ancora fatta, anche se era già stata proclamata regno. Sfumato il progetto federalista di Cavour, il sogno unitario di Garibaldi e di Mazzini tardava a realizzarsi. Per tutto il decennio successivo il neonato Regno d'Italia, privato della lucida guida del "tessitore", morto anzitempo, fu affidato a uomini che non erano all'altezza del grande statista. Invece di attuare l'ampio decentramento regionale da lui auspicato, si preferì rinviarlo "provvisoriamente" e "piemontesizzare" il paese, trasferendo pari pari lo Statuto albertino del vecchio Regno di Sardegna nelle regioni annesse. Le insorgenze che seguirono nell'Italia meridionale furono scambiate per mero brigantaggio da liquidare con la forza, ignorando le motivazioni sociali che le alimentavano. Ne derivò una sorta di guerra civile che insanguinò per anni il paese. Inoltre la rozza campagna anticlericale, pur giustificata dalla stolta politica temporale di Pio IX, divise gli italiani anche nel campo della religione, l'unico collante che avrebbe potuto tenerli insieme.

Note su Arrigo Petacco

Arrigo Petacco è nato il 7 agosto del 1929 a Castelnuovo Magra, in Liguria. Ha iniziato a lavorare come giornalista presso la redazione de Il Lavoro di Genova, testata diretta da Sandro Pertini. A diciassette anni si occupava già di cronaca “nera”. Ha poi lavorato per molte altre testate importanti. Tra i numerosi incarichi che ha ricoperto, è stato anche inviato speciale, caporedattore e direttore della Nazione di Firenze, oltre che del mensile Storia Illustrata. Ha scritto numerosi volumi storici, e, una volta approdato presso la redazione della RAI, ha sceneggiato numerosi film e programmi televisivi. Nella corso della sua lunga carriera giornalistica, ha avuto modo di raccogliere le testimonianze di alcuni dei protagonisti della seconda guerra mondiale. Attualmente Arrigo Petacco vive a Portovenere, in provincia di La Spezia.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Le verità nascoste sul Risorgimento, 06-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Arrigo Petacco, storico e giornalista televisivo, continua i suoi studi sul Risorgimento italiano e sui fatti che condussero all'Unità d'Italia.
Un saggio sintetico e piacevole da leggere, dove però accade inevitabilmente, che l'interesse giornalistico per il gossip e le battute, prevalgano su quello storico.
Da leggere per chi vuole realmente conoscere le identità del nostro Paese.
Ritieni utile questa recensione? SI NO