€ 29.00
Prodotto non disponibile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il ritratto fotografico nell'Ottocento

Il ritratto fotografico nell'Ottocento

di Gabriele Chiesa, Paolo Gosio

5.0

Prodotto non disponibile
  • Editore: Lulu.com
  • Data di Pubblicazione: 2009
  • EAN: 9781409258339
  • ISBN: 1409258335
  • Pagine: 90


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Dagherrotipia, ambrotipia, ferrotipia in astuccio, 18-03-2009, ritenuta utile da 4 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Storia illustrata della fotografia, il ritratto fotografico nell'Ottocento: dagherrotipia, ambrotipia e ferrotipia. Primo libro, dedicato alle confezioni in astuccio, nella forma di diffusione più popolare e caratteristica delle primissime immagini realizzate dai pionieri.
L'astuccio fotografico fu la confezione di presentazione con cui le più antiche tecniche fotografiche si affermarono.
I dagherrotipi, gli ambrotipi ed i ferrotipi erano infatti consegnati in preziose custodie adatte al trasporto ed a preservare nel tempo il ricordo di persone la cui immagine è sopravvissuta in modo sorprendente.
Il libro presenta i processi fotografici attraverso cui il ritratto, un privilegio fino ad allora riservato esclusivamente ai ricchi ed alla nobiltà, divenne testimonianza di vita, presenza e ricordo per la gente comune.
Le diverse tipologie di confezione sono esaminate nel dettaglio, considerandone l'aspetto tecnico ed artistico.
Spiegazioni approfondite per il riconoscimento e la classificazione delle antiche immagini sono accompagnate da un abbondante corredo iconografico.
Il libro propone un'aggiornata tavola di identificazione dei punzoni (hallmark) utilizzati dai produttori di lastre dagherrotipiche e dagli studi fotografici dell'epoca d'oro della dagherrotipia.
I riquadri di presentazione e montaggio (mat) sono documentati e classificati per tipologia di profilo.
Il libro è un insostituibile strumento di studio per l'appassionato di storia della fotografia, per il collezionista e per chiunque desideri approfondire un particolare aspetto delle arti figurative e del ritratto fotografico dell'Ottocento in particolare.
Il testo non impiega un linguaggio specialistico e si propone di divulgare la conoscenza delle più antiche tecniche di ripresa fotografica: un regalo che gli appassionati di fotografia inseriranno con soddisfazione nella loro biblioteca.
Ritieni utile questa recensione? SI NO