€ 9.87€ 10.50
    Risparmi: € 0.63 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Rex tremendae maiestatis

Rex tremendae maiestatis

di Valerio Evangelisti

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
L'ultima avventura dell'inquisitore generale d'Aragona, il capitolo finale di un ciclo popolarissimo non solo in Italia. Nel 1372 il nemico mortale di Nicolas Eymerich, Ramon de Tàrrega, viene trovato impiccato nel convento di Barcellona in cui era stato detenuto per anni. Ma il suo cadavere scompare e Ramon viene poco dopo avvistato in Sicilia. Isola in cui si succedono fenomeni misteriosi. Da strani dischi luminosi apparsi in cielo scendono creature gigantesche, ferocissime, che si nutrono di carne umana, forse al servizio di una delle due fazioni baronali che da trent'anni si contendono la Trinacria. L'intero equilibrio di poteri nel Mediterraneo rischia di essere compromesso. Eymerich deve ricorrere a ogni risorsa della sua intelligenza, e della sua lucida crudeltà, persventare la minaccia e annientare il nemico. È un Eymerich sulle prime più debole che in passato, timoroso di una morte imminente. Non sa che invece lo aspetta un destino totalmente diverso. Lo stesso che, quando era bambino, gli era stato sottilmente pronosticato dal suo maestro Dalmau Moner e da mille segnali inquietanti. E incontra, dove passato e futuro si intrecciano, il più ambiguo dei progenitori. Il segreto originario riposa però a Napoli, a Castel dell'Ovo. Dove l'uovo, scoprirà Eymerich, è qualcosa di ben diverso da ciò che si credeva. Solo un lungo cammino iniziatico, costellato di prodigi, lo condurrà alla verità, e a un destino che trascende la morte.

Note su Valerio Evangelisti

Valerio Evangelisti è nato a Bologna il 20 giugno del 1952. Dopo la maturità si iscrive presso la facoltà di Scienze Politiche dell’Università di Bologna, dove nel 1976 consegue la laurea con indirizzo storico-politico. Dopo la laurea intraprende la carriera accademica, attività che alterna con quella di funzionario del Ministero delle Finanze. Esordisce in ambito letterario scrivendo saggi storici, che sono stati raccolti in cinque volumi. Dopo aver scritto una quarantina di saggi, decide di dedicarsi alla narrativa fantastica. Nel 1993, con il romanzo “Nicolas Eymerich, inquisitore”, vince il Premio Urania. Il successo di questo primo romanzo ha spinto l’autore a scrivere un intero ciclo dedicato all’inquisitore spagnolo, che nella realtà è realmente esistito. Nei romanzi che compongono la serie, Valerio Evangelisti ripercorre gli eventi più misteriosi che sono accaduti in Europa durante il medioevo. Nel 1999 scrive la trilogia “Magus”, in cui racconta la vita di Nostradamus, proponendo una versione romanzata della biografia dello scrittore di profezie. Nel 2009 gli è stato diagnosticato un tumore, che è riuscito a curare completamente nell’arco di un anno grazie alla chemioterapia. Ha raccontato questo evento nel racconto “Day Hospital”, del 2011. Attivo politicamente, si è candidato alle elezioni europee del 2009 e poi, nel 2011, alle elezioni amministrative per il comune di Bologna. E’ uno degli scrittori italiani di genere fantasy più apprezzati e i suoi romanzi sono stati tradotti in diverse lingue. Valerio Evangelisti vive e lavora a Bologna, ma alcuni mesi all’anno si trasferisce a Puerto Escondido, in Messico.
 

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Valerio Evangelisti:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 3 recensioni)

5.0L'ultimo, 05-12-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto tutti i romanzi di Evangelisti del ciclo di Eimerich, e infine sono arrivata all'ultimo. È stata una bellissima esperienza, una lettura molto piacevole che ricomincerei da capo. Mi piacciono lo stile, l'intelligenza e la cultura di chi scrive, e non trovo nulla fuori posto. Tutte le storie sono collegate fra di loro e a lungo andare Eimerich diventa un personaggio che sembra di conoscere davvero. In questo romanzo, come anche in "Mater terribilis", ho sperato sin dall'inizio che il protagonista reincontrasse Myriam, e alla fine sono stata accontentata. Confesso: mi sono perdutamente innamorata di Eimerich.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0L'ultima avventura di Eymerich, 07-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Leggendo il libro ho avuto l'impressione che Evangelisti sia stato molto indeciso se chiudere con l'inquisitore Eymerich e mettere dunque la parola fine a una delle saghe più belle degli ultimi vent'anni. E la storia, specie il finale, sembra fatto apposta per non dipanare il dubbio. La storia si articola lungo i consueti binari di due mondi paralleli, su piani diversi dello spazio e del tempo, ma uniti proprio dalla figura dell'inquisitore che con i suoi comportamenti influenza presente e futuro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Rex tremendae maiestatis, 07-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è un autore che ho molto amato alla sua comparsa sulla scena Evangelisti è un grande maestro della narrativa di fantascienza, e l'inquisitore Eymerich è in assoluto un Personaggio con la P maiuscola. Impossibile però non notare un certo velo di stanchezza in questo capitolo finale, impossibile ignorare l'affanno di chiudere questa serie di episodi e tirare le fila dei misteri eymerichiani nel modo più soddisfacente ed efficace possibile. Tanto che degli episodi spazio-temporali che come da tradizione caratterizzano i romanzi di Evagelisti la gran parte è dedicata all'"attualità" dell'Inquisitore, con rari salti nella sua infanzia e in un lontanissimo futuro, nel quale, intuiamo, vive una sua discendente.
Sempre godibile, ma di fatto meno entusiasmante geli altri procedenti lavori. Con un finale così secco e poco empatico da rendere quasi impossibile credere che l'Inquisitore se ne sia davvero andato per sempre.
Ritieni utile questa recensione? SI NO