Requiem

Requiem

4.5

di Antonio Tabucchi


  • Prezzo: € 6.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

In uno stato a metà tra la coscienza e l'incoscienza, l'esperienza del reale e la percezione del sogno, un uomo si trova a mezzogiorno, senza sapersi spiegare come, nella Lisbona deserta e torrida dell'ultima domenica di luglio. Sa di avere delle azioni da compiere, soprattutto l'incontro con un personaggio illustre e scomparso, ma non ha idea di come compierle. Si affida così al flusso del caso e seguendo le libere associazioni dell'inconscio si trova a seguire un percorso che lo porta a ricordare (a vivere il ricordo nell'attualità di quella giornata) alcune tappe fondamentali della sua vita, spingendolo a cercare di sciogliere i nodi irrisolti all'origine del suo stato allucinatorio. Il romanzo è stato scritto in portoghese.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Antonio Tabucchi:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Requiem e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

5.0I veri occhi di Lisbona, 05-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Lisbona.
Vino, tante varietà di cibo, cibo caldo e saporito, cibo profumato, cibo fino a fare assopire, clima soleggiato, temperature calde, strade, persone umili, lavori umili, focolare domestico, disagiati, imperfezione, bellezza mediterranea, mare, accoglienza, vivibilità, tranquillità.
Requiem è Lisbona, ma Lisbona è anche lo scenario di un sogno che tutti vorremmo scrivere, alla ricerca delle persone con cui desideriamo risolvere affetti e domande.
Dolcissimo, appetitoso libriccino.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0CREPUSCOLARE , 30-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Tabucchi ci pone ad un crocevia che ognuno di noi,"nel mezzo del cammin di nostra vita" può incontrare. Un viaggio a ritroso nella coscienza dove il presente schiude le porte ai fantasmi della memoria. Quasi una resa dei conti dove l'immaginazione traligna, rompe gli argini del quotidiano e consente ai vivi e ai morti un ultimo tratto di strada insieme. Sullo sfondo si può solo sentire l'evanescenza malinconica dell'amato Portogallo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO