€ 8.46€ 9.00
    Risparmi: € 0.54 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Le relazioni pericolose

Le relazioni pericolose

di Pierre Choderlos de Laclos

4.5

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
"Le relazioni pericolose" (1782) è ambientato nella Parigi del Settecento, dove la marchesa di Merteuil, falsa e devota, abbandonata dall'amante, Gercourt, decide di vendicarsi diso-norandolo. A questo scopo conquista la complicità del visconte di Valmont, suo ex amante e noto seduttore senza scrupoli. Valmont accetta la sfida e decide di sedurre la giovane Cécile, promessa sposa di Gercourt. Inizia così lo scambio epistolare (175 lettere) che mette in scena la rete diabolica elaborata da Valmont e dalla marchesa di Merteuil, tessuta in cinque mesi di progetti, manovre, sotterfugi, confessioni, elaborate ipocrisie, colpi di scena e complicatissimi intrighi. Nella rappresentazione dei due protagonisti principali, tutti presi dalla loro volontà di autoaffermazione, Laclos ritrae in modo del tutto originale il quadro realistico di una società moralmente dissoluta e crudele, ormai in discesa libera verso l'autodistruzione nel momento in cui elabora l'idea del massimo potere e del completo piacere, del dominio incontrastato e ottenuto con ogni mezzo, e a ogni prezzo. "Le relazioni pericolose" è stato oggetto anche di fortunati adattamenti cinematografici: Roger Vadim (1959), Stephen Frears (1988) e Milos Forman (1989).

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 3 recensioni)

5.0Classico, 21-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo epistolare francese del 1782 non risente assolutamente della sua età. E' un libro affascinante, per certi versi crudele. Due nobili libertini, il visconte di Valmont e la marchesa de Merteuil, non esitano a utilizzare ogni strumento in loro possesso per traviare una giovane fanciulla e una vedova per puro sentimento di possesso il primo e di vendetta la seconda. Il talento dell'autore sta soprattutto nell'essere riuscito attraverso le lettere a orchestrare e a chiarire al lettore tutti questi intrighi e doppiezze. Bello anche il film di Frears.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Le relazioni pericolose, 02-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Laclos ci offre un romanzo epistolare, caratterizzato da una purezza di forme e da una geometria schiacciante che non ammette repliche: leggere il carteggio privato di questi personaggi ci fa sentire un po' spioni ed aumenta l'effetto intrigante che gli eventi narrati non mancano mai di suscitare.
Dire che i personaggi si dividono in buoni e cattivi è riduttivo, direi piuttosto che alcuni sono furbi e manipolatori e altri ingenui e creduloni: da un lato abbiamo la Marchesa di Merteuil e il Visconte di Valmont, dall'altro la giovane Cécile, il Cavaliere Danceny e Madame de Tourvel.
Fare il tifo per gli innocenti - coloro che credono di agire sencodo i propri desideri - è impossibile: le lettere di Danceny sono intrise di luoghi comuni da romanzo, quelle di Cécile pullulano di errori da scolaretta alle prime armi e le parole di Madame de Tourvel ci appaiono come l'inutile difesa di una virtù ormai in disgrazia.
Le lettere di Valmont ci illustrano i suoi calcoli, la sua presunzione e la costante vanità di riuscire ad ottenere sempre quello che desidera, mentre la Marchesa di Merteuil - che donna! - ci svela i suoi impronunciabili segreti e dirige a suo piacimento le mosse di colui che ancora si illude di far la parte del burattinaio!
Laclos riesce ad imprimere in ogni lettera la personalità dei suoi personaggi, facendoci conoscere i loro travestimenti e le loro bugie.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Intrighi epistolari, 30-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Romanzo epistolare pungente, mai noioso e in alcune battute esilarante. Protagonisti sono due personaggi dai caratteri marcati. La Marchesa de M.èuna donna dal candido nome ma dalle abitudini dissolute e intriganti, bella ma non più nel fiore degli anni soffre l'umiliazione di vedersi sostiture dall'amante da una givane innocente appena uscita dal collegio. Il corrispondente delle sue lettere è il Visconte de Valmont, libertino affascinante al pari di Casanova, amante di sfide e impossibili conquiste. Viene così ordito l'intrigo:raggirare la dolce Cècile e e non farla arrivare illibata alle nozze con l'ex della Marchesa. In mezzo si inseriscono molti altri personaggi, catturati nella tela di bugie di quetsta offesa Madame.
Ritieni utile questa recensione? SI NO