€ 9.31€ 9.90
    Risparmi: € 0.59 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Regime

Regime

di Marco Travaglio, Peter Gomez

4.5

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Il libro ricostruisce i più clamorosi casi di censura televisiva degli ultimi due anni. Documenti inediti e interviste ai protagonisti permettono di tratteggiare il quadro dell'informazione giornalistica in Italia, a partire dall'occupazione della RAI da parte degli uomini Mediaset, fino al caso Biagi, "reo" di aver intervistato Montanelli e Roberto Benigni in campagna elettorale. E poi Michele Santoro e la squadra dei giornalisti di "Sciuscià", smembrata e "mobbizzata"; Daniele Luttazzi, Massimo Fini, Sabina Guzzanti ed Enrico Deaglio. E ancora: Paolo Bonolis, Paolo Rossi, Giovanni Minoli e le censure ai TG. Un viaggio nelle verità taciute sull'informazione in TV.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Regime e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 6 recensioni)

5.0Regime, 15-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
"Regime" ha il merito di essere tipicamente figlio del periodo in cui è stato scritto, potremmo dire che si tratti di un libro di attualità sulla difficile situazione del sistema informativo negli anni del culmine del berlusconismo: e quindi l'editto bulgaro e gli allontanamenti di altri personaggi scomodi per il grande manovratore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il Regime televisivo, 07-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Peter Gomez e Marco Travaglio scrissero questo libro in un dato momento storico, almeno televisivamente parlando. Era l'anno dell"editto bulgaro". L'anno della censura preventiva e/o repressiva della politica berlusconiana mirante a far tacere i giornalisti e i personaggi politicamente più scomodi. Enzo Biagi, Massimo Fini, lo stesso Travaglio, Sabina Guzzanti, Daniele Luttazzi sono solo alcuni dei censurati qui descritti dalla coppia di abili e coraggiosi giornalisti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Per chi non crede al regime mediatico, 04-02-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è un libro che anche se letto nel periodo del dopo-Berlusconi, non perde di valore.
E' nato come un instant-book ma che perdura nel tempo senza scadere. Per non dimenticare ciò che è successo e continua ad accadere nel mondo dell'informazione, tutti i giorni.
Il fenomeno della censura preventiva, più che repressiva, raccontata da due "delfini" di Montanelli: Peter Gomez e Marco Travaglio.
Contenuti: le censure ad Enzo Biagi, Daniele Luttazzi, Michele Santoro, Massimo Fini, Sabina Guzzanti, Paolo Rossi ed accordi sottobanco tra informazione e potere nell'Italia berlusconiana.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Regime, 11-08-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Dieci anni di regime berlusconiano raccontato senza alcuna pietà in pieno stile Travaglio, documentato e senza concessioni. Per affrontare realmente i problemi reali avendo in mente cosa succede, sempre, di un cattivo uso del potere. E per riflettere, con il primo libro sul fatto che costruire non è semplice, ma certo è una questione di impegno, e di serietà.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Inchiesta, 24-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Le censure e le vergogne del governo berlusconi pubblicate e analizzate da marco travaglio peter gomez. Uno scenario che ci riporta indietro negli anni quando la propaganda fascista controllava ogni mezzo di comunicazione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Perchè la forza sia l'informazione, 13-08-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Protagonisti di un'epurazione preannunciata e, ciò nonostante, passata in sordina, le storie dei personaggi della tv che sfilano nelle pagine di "Regime" delineano, con la meticolosità che ha fatto la fortuna di Marco Travaglio, uno scenario che ha ben poco da invidiare alla realtà Orwelliana di "1984". Il libro è indicato per chi si chieda cosa sia concretamente accaduto, passo dopo passo, editto dopo editto, a Enzo Biagi, Michele Santoro, Massimo Fini, Sabina Guzzanti, Luttazzi, Paolo Rossi, e altri come loro, ma sopratutto per chi voglia misurarsi con le parole di Licio Gelli, secondo il quale «il vero potere risiede nelle mani dei detentori dei Mass Media».

Imperdibile il capitolo dedicato alle innumerevoli manipolazioni, che, raccolte in un "diario" stilato quasi giorno per giorno, per tre lunghi anni, sono state operate attraverso TV e giornali per oscurare, edulcorare, cloroformizzare la realtà e il popolo, che, come un cieco sovrano, esprime il proprio voto senza poter vedere, sentire, sapere.

L'ignoranza è forza. Se siete al corrente di cosa ciò significhi, non perdete questo libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO