€ 12.65
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La ragione aveva torto. Il progresso ha migliorato la qualità della vita?

La ragione aveva torto. Il progresso ha migliorato la qualità della vita?

di Massimo Fini


Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Sperling & Kupfer
  • Collana: Saggi
  • Data di Pubblicazione: 1993
  • EAN: 9788820015220
  • ISBN: 8820015226
  • Pagine: 159
Il progresso tecnologico, scientifico e industriale ha realmente migliorato la qualità della vita? Con un'analisi lucida e mai banale, l'autore mette a confronto l'epoca moderna e l'"ancien regime", facendone emergere luci e ombre. Forse si stava meglio quando si stava peggio? amministrazione; nella seconda, l'organizzazione amministrativa per l'automazione dello Stato e il coordinamento dell'informazione pubblica. sistema dei partiti. La peculiarità della storia della prima Repubblica è data anche dal fatto che l'Italia è stata zona di frontiera tra il blocco occidentale e quello orientale e che è stata attraversata al suo interno co- me da un invisibile muro di Berlino.

Note su Massimo Fini

Massimo Fini è nato a Cremeno, sul lago di Como, il 19 novembre del 1943. Figlio di padre toscano e madre russa, dopo il diploma di maturità si iscrive all’Università e frequenta la facoltà di Giurisprudenza, dove consegue la laurea a pieni voti. Dopo aver lavorato come impiegato alla Pirelli, copywriter, pubblicitario, bookmaker e giocatore di poker, nel 1970 inizia a dedicarsi al giornalismo. Come cronista per l’Avanti, ha seguito i casi di criminalità politica più rilevanti di quel periodo. Nel 1972 passa alla redazione de L’Europeo e lavora come inviato, incarico che però decide di lasciare nel 1979. Durante i primi anno Ottanta è animatore di Pagina, mensile di politica e cultura presso il quale si sono formati numerosi intellettuali e giornalisti tra cui Giuliano Ferrara e Giampiero Mughini. Nel 1982 approda alla redazione de Il Giorno come inviato ed editorialista. In questo periodo viaggia in tutto il mondo. Nel 1985 torna alla redazione de L’Europeo, dove tiene la principale rubrica del giornale. Lasciato Il Giorno nel 1992, inizia a collaborare con L’Indipendente di Vittorio Feltri. Autore di numerose opere, inizia la sua attività come scrittore nel 1985, quando esordisce con il saggio “La ragione aveva torto?”. A questa prima opera ne sono seguite molte altre. Attualmente Massimo Fini lavora per Il Fatto Quotidiano e per Il Gazzettino, oltre a dirigere il mensile La Voce del Ribelle.
 

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Massimo Fini: