€ 10.34€ 11.00
    Risparmi: € 0.66 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Radici

Radici

di Alex Haley

4.5

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Nella seconda metà del Settecento il giovane Kunta Kinte viene strappato dal suo villaggio africano e portato in America come schiavo. La sua vita cambierà, come quella dei suoi discendenti: Bell, Kizzy, Chicken George e tutti gli altri, fino a giungere ad Alex Haley, l'autore di queste pagine.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Radici acquistano anche La storia di Elsa Morante € 13.60
Radici
aggiungi
La storia
aggiungi
€ 23.94


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Radici e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 6 recensioni)

4.0Radici, 23-09-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Ricordavo vagamente lo sceneggiato televisivo, e il libro si conferma per la sua drammaticità e per la sequenza degli eventi, anche se le prime trecento pagine le ho trovate molto più avvincenti e entusiasmanti. Un complimento all'autore, che ha saputo andare a ritroso con una ricerca minuziosa scoprendo protagonisti e molti episodi narrati. È senz'altro il libro che meglio spiega la tragedia della tratta degli schiavi in America.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bel romanzo!, 12-04-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo romanzo è una testimonianza di vita, anzi delle vite di più generazioni di afro-americani, sullo sfondo dei grandi avvenimenti della storia, descritti nei libri che impariamo a scuola. La cosa più bella è il realismo con sui tutto viene descritto. E il fatto poi che questo libro è il frutto dell'ostinazione dell'autore che ha voluto conoscere le sue vere radici per capire chi fosse e da dove venisse!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0L'Uomo e' nato in Africa, , 29-11-2010, ritenuta utile da 5 utenti su 6
di - leggi tutte le sue recensioni
E Kunta Kinte ritorna tramite il suo discendente nel suo villaggio di origine. E' Kunta Kinte che ritorna a casa riconosciuto dalla popolazione di quel villaggio tramite i racconti degli avi dopo secoli, dopo essere stato strappato dalla sua terra e portato nelle Americhe come schiavo. Deportato, comperato al mercato come merce e spersonalizzato, viene reinventato come nuovo uomo utile solo al padrone bianco. Chi e' stato ai Caraibi non puo' non accorgersi che la maggior parte della popolazione ha originie africane, che sono i figli di schiavi. Chi ha ascoltato i loro concerti locali non puo' non sentire le parole di queste canzoni che ci stampano nel cuore la sofferenza di un popolo ( ricorda uomo bianco cosa hai fatto a me uomo nero) . Un libro bellissimo, dopo secoli nella sua terra di origine si parla ancora del figlio Kunta Kinte perduto, e che secoli dopo torna a casa.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0UNA LETTURA NECESSARIA, 10-11-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Leggere è un piacere, ma la lettura di un libro appassionante come Radici (stimolata presso molti lettori dalla visione dell'accattivante serie televisiva americana della fine degli anni '70) è educativa per i giovanissimi e non solo, inducendo a riflettere, attraverso un percorso avvincente come un romanzo ma drammaticamente autentico, sull'elevatissimo prezzo pagato da più generazioni di uomini di colore per la conquista di valori fondamentali, di diritti da sempre scontati per i bianchi...
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Ricerca delle radici, 18-08-2010, ritenuta utile da 5 utenti su 5
di - leggi tutte le sue recensioni
Dal villaggio in Africa la vita vera di Kunta Kinte, portato in America da una nave schiavista, e le generazioni successive fino ad arrivare allo scrittore, suo discendente. Famoso anche per lo sceneggiato girato sulla base di questo libro. Bel libro davvero, se si vuole sapere cosa succedeva e per non dimenticarlo più.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Ricordi, 07-07-2010, ritenuta utile da 7 utenti su 8
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho letto "Radici" di Alex Haley un po' di anni fa e questo libro è rimasto impresso nella mia memoria in maniera indelebile, forse perchè era la prima volta che leggevo un libro così crudo e con delle descrizioni così realistiche sulle crudeltà e sevizie subite dai protagonisti.
Contemporaneamente ricordo il protagonista, Kunta Kinte con infinita dolcezza, soprattutto per la tenacia con cui in ogni modo cercava di proteggere la sua famiglia, unico bene che possedeva, e la sua dignità di uomo.
Rileggerei volentieri il libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO