€ 60.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Racconti di orchi, di fate e di streghe. La fiaba letteraria in Italia

Racconti di orchi, di fate e di streghe. La fiaba letteraria in Italia

di M. Lavagetto (a cura di)

4.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: I Meridiani
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2008
  • EAN: 9788804573883
  • ISBN: 8804573880
  • Pagine: LXXIV-1754
  • Formato: rilegato
Dei diversi tipi di fiaba (fiaba di vita, fiaba di animali) l'antologia privilegia le fiabe di contenuto prodigioso: la fiaba è, secondo Lavagetto, "racconto di cose che non possono essere accadute e che per molti aspetti sono in irreparabile contrasto con la verosimiglianza". Nel mondo fiabesco, in cui il tempo è indefinito o arbitrario e lo spazio altrettanto indefinito e deformabile, si aggirano personaggi identificabili solo dal nome fiabesco: Pollicino, Biancaneve, Cenerentola, Raperonzolo. Benché provino emozioni e desideri, costoro non hanno una psicologia: tutto ciò che accade loro rimane su una smagliante superficie. I variegati elementi della fiaba (personaggi, situazioni, magie, vicende) possono perciò essere scomposti e ricomposti in infinite e affascinanti combinazioni e riutilizzati in racconti completamente diversi. Le fiabe, qui disposte in ordine cronologico, sono state scelte in modo da documentare almeno una volta tutte le trame più ricorrenti e diffuse nella tradizione italiana e sono accompagnate da un apparato funzionale, con note di servizio e una scheda che colloca ciascun testo nel panorama intricatissimo della fiaba e dei suoi motivi ricorrenti.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Racconti di orchi, di fate e di streghe, 08-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un'opera bella, curata e attenta allo sviluppo culturale e linguistico italiano descritto attraverso l'atto della narrazione. C'è molto del lavoro di Calvino, qui dentro: di sicuro gli è debitore per la rigorosa ricerca e citazione delle fonti orali e scritte delle fiabe. In più aggiunge, inserendola all'interno del fluire della storia della narrazione favolistica, una carrellata sui narratori contemporanei: Lapucci, Sciascia, Rodari, Benni, ecc. Lo tengo sul comodino: ogni tanto, la sera, confesso, prima di addormentarmi, mi racconto una storia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO