Qui non ci sono bambini. Un'infanzia ad Auschwitz

Qui non ci sono bambini. Un'infanzia ad Auschwitz

4.5

di Thomas Geve


  • Prezzo: € 24.00
  • Nostro prezzo: € 20.40
  • Risparmi: € 3.60 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

A tredici anni il desiderio di esplorare e conoscere il mondo ti fa spalancare gli occhi, stupiti e avidi, sulla realtà che ti circonda: ma cosa succede quando il tuo unico, insuperabile orizzonte è quello dell'Olocausto, dell'umiliazione quotidiana e sistematica? Come si diventa uomini quando nulla intorno a te è degno di un uomo? "Sono nato nel 1929 e nel 1933 i nazisti prendono il potere: l'unico mio ricordo è la persecuzione". Thomas Geve ha tredici anni quando, nel 1943, viene deportato ad Auschwitz. Poiché ha l'aria di essere più grande della sua età, Thomas viene assegnato ai lavori forzati: nella logica folle e rovesciata del campo è una fortuna perché "i bambini al di sotto dei quindici anni vengono mandati direttamente alle camere a gas". Nonostante le quotidiane violenze, un lavoro che è solo tortura, la scientifica e continua offesa alla dignità umana, Thomas sopravvive: l'11 aprile 1945 le truppe alleate irrompono nel campo e liberano i prigionieri. Allora, per conservare la memoria dell'inferno e raccontare ai genitori ciò che ha visto, sceglie di fare quello che ogni bambino ha sempre fatto: inizia a disegnare. Si procura delle matite colorate, un bene prezioso e inarrivabile durante i giorni della prigionia, e trasforma il retro dei moduli e dei formulari delle SS nei 79 disegni che compongono questa raccolta. Un documento che tenta di sfidare l'abisso con lo sguardo, e le matite, di un bambino.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Qui non ci sono bambini. Un'infanzia ad Auschwitz acquistano anche L' amore è uno straniero di Jalal al Din Rumi € 9.40
Qui non ci sono bambini. Un'infanzia ad Auschwitz
aggiungi
L' amore è uno straniero
aggiungi
€ 29.80


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

4.0Qui non ci sono bambini, 23-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro molto particolare questo di Thomas Geve, ex bambino sopravvissuto al campo più famoso dell'Olocausto: Auschwitz. Uscito sommariamente incolume da quel luogo, dopo la liberazione degli alleati, inizia a disegnare con le matite colorate su quei fogli e documenti tedeschi che prima rappresentavano la vita e la morte.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0I lager visti attraverso gli occhi di un bambino., 13-02-2011, ritenuta utile da 7 utenti su 7
di - leggi tutte le sue recensioni
Il libro di Geve documenta con spietata e angosciante efficacia i dettagli del lungo periodo trascorso in diversi campi di concentramento da un adolescente poco più che bambino. Le immagini raccolte dagli occhi di un ragazzo di soli 13 anni al momento della liberazione raccontano, molto meglio di tante parole, delle incredibili difficoltà incontrate ad apprendere l'idea stessa di libertà, concetto ignoto a chi ne era stato privato fin dalla più tenera età.
I disegni, realizzati con matite colorate su qualsiasi pezzo di carta riuscisse a recuperare, sono la miglior testimonianza della ferma e determinata volontà che nasce in ciascun essere umano quando viene esposto alle assurdità più atroci che si possano immaginare: ricordare per non dimenticare mai più.
Partendo da quei disegni Thomas Geve ha preso spunto per continuare a disegnare per il resto della vita, esorcizzando tutti gli incubi e le paure giovanili: oggi è ingegnere civile e progetta edifici e strutture nelle quali far vivere la gente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO