€ 15.30€ 18.00
    Risparmi: € 2.70 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Quello che non si doveva dire

Quello che non si doveva dire

di Enzo Biagi, Loris Mazzetti

4.5

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Rizzoli
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2006
  • EAN: 9788817013109
  • ISBN: 8817013102
  • Pagine: 317
  • Formato: rilegato

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Rizzoli
Quello che non si doveva dire è quello che Enzo Biagi non ha potuto dire in televisione negli ultimi cinque anni, da quando è stato bandito dagli schermi dopo l'"editto bulgaro" di Berlusconi. Questo libro è dunque una sorta di rivincita: un viaggio attraverso i temi dell'attualità che Biagi e Loris Mazzetti avrebbero trattato nella fortunata rubrica "Il fatto". Un incontro con i ragazzi di Locri il giorno dopo l'omicidio di Francesco Fortugno. Un'inchiesta sulla criminalità organizzata che dal Sud ha portato i suoi affari al Nord, mentre la parola "mafia" è sparita dal tavolo della politica per riapparire solo con l'arresto del boss Bernardo Provenzano. Una commossa riflessione sull'omicidio del piccolo Tommaso, ucciso da una banda di balordi e sepolto sulle rive del fiume Enza. Un itinerario nelle sofferenze dell'Africa, dalle bidonville di Nairobi ai malati di Aids, dalla schiavitù del Sudan ai bambini soldato. I massacri in Iraq: bambini, donne e uomini, vittime innocenti, i morti di Nassjiria, le due Simone, Enzo Baldoni, Giuliana Sgrena e la responsabilità della morte di Nicola Calipari. E la politica, con la sconfitta elettorale di Berlusconi e l'arrivo di Prodi a Palazzo Chigi, con un'eredità molto pesante e un paese spaccato in due. Per finire, Biagi regala ai lettori un viaggio nel suo passato, "prendendo ad esempio, per farmi capire meglio, alcune parole che nella mia vita hanno avuto un senso: coraggio, coerenza, umiltà, libertà, rispetto, giustizia, tolleranza, solidarietà".

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

4.0Toccante, 21-11-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Enzo Biagi, uno dei più grandi giornalisti mai vissuti, passa in rassegna numerosi "fatti" accaduti nel recente passato con la compostezza e la dignità che lo hanno sempre contraddistinto. Anche con un po' di rabbia mascherata nei confronti di chi gli ha tappato la bocca. Si tratta di testimonianze toccanti, per non dimenticare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0L'ABC del giornalismo., 19-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
E' questo l'ultimo libro che uno dei più grandi giornalisti italiani di sempre ci ha lasciato in eredità, prima di spegnersi nel 2007 lasciando un vuoto incolmabile. Tornato in tv dopo essere stato epurato con "L'editto bulgaro" del 2002, Enzo Biagi ripercorre i suoi 4 anni di esilio forzato raccontando, con il suo solito stile, pacato ma deciso, e la solita chiarezza espositiva, i principali fatti avvenuti durante la sua assenza. E sono proprio i fatti a esserci mancati, i fatti che solo un uomo come lui,con la schiena dritta di un partigiano, come era e come è sempre stato,aveva il coraggio di raccontarci,giorno per giorno, con i suoi programmi, con le sue interviste, con i suoi articoli.
Ritieni utile questa recensione? SI NO