Quanta stella c'è nel cielo

Quanta stella c'è nel cielo

4.5

di Edith Bruck


  • Prezzo: € 16.60
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

"Quanta stella c'è nel cielo" non è un errore, è il primo verso di una ballata amara del giovane Petöfi, il grande poeta ungherese. Quei versi sono tra le poche cose che Anita porta con sé, insieme a molti ricordi laceranti. Anita non ha ancora sedici anni. È una sopravvissuta ai campi. È bella, è sensibile, le prove della vita le hanno tatuato l'anima. Sta fuggendo da un orfanotrofio ungherese per andare a vivere a casa di una zia, Monika. Eli, il giovane cognato di Monika, è venuto a prenderla al confine per accompagnarla nel viaggio in Cecoslovacchia, dove si ritrova clandestina in un mondo ancora in subbuglio. Ma tutto questo a Eli non interessa: lo attira solo il corpo di quella ragazza e già sul treno, affollato di una moltitudine randagia, inizia a insidiarla in un gioco cinico e crudele. Un romanzo dai risvolti inattesi. Racconta come si possa tornare dalla morte alla vita. E come, a volte, il cammino per ritrovare la speranza possa seguire trame imprevedibili. Protagonista, intorno ad Anita, è un'umanità dolente, alla ricerca di una nuova esistenza: c'è chi vuole dimenticare e chi vuole ricordare, chi mette radici e chi si imbarca per la terra promessa. Edith Bruck offre in queste pagine la storia palpitante di un'epoca cruciale del dopoguerra, quando tutto era in fermento. Una meditazione sulla speranza, sulla straordinaria forza e fragilità di chi va verso una rinascita. E la grande capacità della Bruck è il risvegliare violente emozioni nel lettore.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Edith Bruck:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 2 recensioni)

5.0Ottimo!, 06-02-2014, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Cosa dire di un libro così? Ti prende, lo leggi tutto d'un fiato. A sprazzi ti racconta alcune delle cose terribili che l'autrice ha visto o provato sulla sua pelle nel campo di Auschwitz.
Colpiscono tanto diverse cose: prima di tutto l'incapacità di chi sta attorno alla protagonista di ascoltarla e di comprendere ciò di cui ha maggior bisogno, cioè di raccontare l'indicibile; poi colpisce la bassezza di Eli, che approfitta del suo bisogno di amore; infine colpisce la forza di questa ragazza che pur tra mille difficoltà riesce a portare avanti il suo sogno e a non farsi scoraggiare da quanti le stanno intorno.
Proprio un libro che fa pensare!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Storia molto commovente, 25-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo duro che narra la storia di Anita, sopravvissuta ad Auschwitz e ora succube della zia paterna. Anita vorrebbe esprimersi, parlare del lager, di quello che è successo, della famiglia che ha perso grazie ai lager eppure la sua nuova famiglia la mette a tacere. La zia vuole solo essere carina e divertirsi, far lavorare Anita in casa, suo marito la asseconda, il cognato seduce Anita e ha con lei ripetuti rapporti ma la mette a tacere ogni volta che lei chiede disperata conferma di una passione che non c'è. Per fortuna alla fine un briciolo di speranza appare, anche grazie al mito del ritorno in Israele.
Ritieni utile questa recensione? SI NO