€ 14.10€ 15.00
    Risparmi: € 0.90 (6%)
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Quando Hitler rubò il coniglio rosa

Quando Hitler rubò il coniglio rosa

di Judith Kerr

4.5

Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
  • Editore: Rizzoli
  • Illustratore: De Conno G.
  • Traduttore: Buitoni Duca M.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 2008
  • EAN: 9788817025447
  • ISBN: 8817025445
  • Pagine: 320
  • Formato: rilegato
Anna è una bambina quando con la sua famiglia deve lasciare la Germania, perché lei è ebrea e nel Paese è arrivato Hitler. Anna dovrà abbandonare la sua casa, la sua scuola, i suoi giochi... E anche il suo amato coniglio rosa. Davanti a lei e alla sua famiglia si apre un futuro incerto, paesi sconosciuti, città nuove. Ma cambiare vita può anche diventare una bella avventura, se si sta tutti insieme. Età di lettura: da 10 anni.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Quando Hitler rubò il coniglio rosa acquistano anche Il bambino Nelson Mandela di Viviana Mazza € 13.41
Quando Hitler rubò il coniglio rosa
aggiungi
Il bambino Nelson Mandela
aggiungi
€ 27.51


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 3 recensioni)

5.0Lettura per bambini e non.., 09-06-2012, ritenuta utile da 1 utente su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libro è splendidamente commovente.
Una famiglia ebraica negli anni del nazismo si sposta da un luogo ad un altro e Anna è una bambina sempre felice che gioca con il suo fratello più grande Elsbeth, ma i due bambini incontrano insieme ai genitori un pò di difficoltà.
E ciò che conta veramente è che siano uniti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Una tragedia a lieto fine, 28-09-2011, ritenuta utile da 3 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro capace di trasmettere la drammaticità della shoà e di toccare le coscienze, senza però sconvolgere il lettore. Questo perché è l'autrice stessa, Judith Kerr, ad aver vissuto in prima persona questi avvenimenti e ad essere riuscita a superare il trauma grazie a una serie di fortunate coincidenze che le hanno permesso di restare unita alla sua famiglia e di salvarsi. La vicenda viene qui romanzata e raccontata in terza persona, dando alla protagonista un nome di fantasia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.03 e 1/2., 07-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Essendo adulta, la lettura risulta troppo semplicistica; ho tuttavia apprezzato lo stile e l'intento dell'autrice, e lo ritengo molto più idoneo per i bambini rispetto al più gettonato e deprimente "Diario di Anna Frank".
Ritieni utile questa recensione? SI NO