€ 14.45€ 17.00
    Risparmi: € 2.55 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il provinciale. Settant'anni di vita italiana

Il provinciale. Settant'anni di vita italiana

di Giorgio Bocca

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I narratori
  • Data di Pubblicazione: marzo 2007
  • EAN: 9788807017216
  • ISBN: 8807017210
  • Pagine: 292
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
"Il provinciale attento alle opportunità, la formica che ha accumulato cultura e professione vede nel Sessantotto un'onda anomala che lo sorprende, lo sballotta, qualcosa che ribalta i valori, confonde le procedure, scompagina le gerarchie." Così, introducendo le pagine sul Sessantotto, il "provinciale", che è il "personaggio guida" di questa bizzarra autobiografia, balza fuori continuamente. Bocca restituisce il cammino di questo personaggio, penetrando nel tessuto connettivo del nostro Paese, sommando personaggi minori e personaggi maggiori. Il libro è stato pubblicato per la prima volta nel 1991.

Note su Giorgio Bocca

Giorgio Bocca è nato a Cuneo il 28 agosto 1920. Entrambi i suoi genitori erano insegnanti. Durante la giovinezza partecipa attivamente alla politica del paese. A 18 anni si iscrive al PNF, il Partito Nazionale Fascista e, quando si immatricola alla facoltà di Giurisprudenza presso l’Università di Torino, aderisce al Guf (Gruppo Universitario Fascista). Allo scoppio della guerra, si arruola nel corpo degli Alpini in qualità di allievo ufficiale. Sul finire della guerra aderisce alla lotta partigiana e diventa Comandante della decima divisione Giustizia e Libertà. Giorgio Bocca ha iniziato la carriera da giornalista giovanissimo, lavorando in un primo momento per periodici a diffusione locale. Terminata la guerra inizia a collaborare con L’Europeo, per poi approdare, durante gli anni Sessanta, alla redazione de Il Giorno, diretto da Italo Pietra. Qui si afferma come inviato speciale grazie ad alcune inchieste sulla realtà italiana. Nel 1976 è uno dei fondatori, assieme a Scalfari, del quotidiano la Repubblica. Accanto alla collaborazione con il quotidiano appena nato, affianca il lavoro per il settimanale L’Espresso, dove cura la rubrica “L’antitaliano”. Durante gli anni Ottanta e Novanta, si occupa anche di giornalismo televisivo, ideando e conducendo alcune trasmissioni delle reti Fininvest. Nella sua lunga carriera, Giorgio Bocca si è dedicato anche all’attività di scrittore, concentra dosi principalmente su opere relative ad aspetti sociali, storici e politici dell’Italia. E’ morto a Milano il 25 dicembre 2011.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il provinciale. Settant'anni di vita italiana acquistano anche Atti osceni in luogo privato di Marco Missiroli € 13.60
Il provinciale. Settant'anni di vita italiana
aggiungi
Atti osceni in luogo privato
aggiungi
€ 28.05


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 3 recensioni)

4.070 anni di vita italiana, 12-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
"Il provinciale" è lo sguardo sull'Italia di un ragazzo di provincia dato che è diventato giornalista e ha conosciuto il Paese intero.
Bocca si rivela una grande penna e, come in una sorta di romanzo, racconta la sua vita professionale e la nostra vita nazionale: la Resistenza sui monti della Val D'Ossola, la Repubblica, Il sessantotto il terrorismo e la caduta del Muro...
Bello e istruttivo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un italiano vero, 29-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro di storia scritto da parte di un intellettuale impegnato e a volte anche scomodo, ma onesto e sincero. Un saggio interessante anche perchè composto su eventi poco conosciuti ai più, perchè volentieri i libri di storia normali si fermano prima. Un giornalista che parla di quello che ha passato e osservato in prima persona. Un punto di vista che certo fa bene conoscere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Il provinciale, 15-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il primo libro di Bocca che ho letto.
Ammetto di avere avuto per tutto questo tempo una sorta di diffidenza nei confronti di Bocca, non riuscivo a capire certe sue posizioni.
Il provinciale mi ha chiarito molti dubbi, prendendola molto alla lontana, dalla giovinezza, la militanza nel fascismo e poi l'esperienza partigiana.
Probabilmente é stato anche il modo migliore di cominciare, passando per i racconti più intimi e intimisti e meno giornalistici in senso stretto.
Un ritratto interessante dell'Italia vista partendo dalla provincia, che é poi il punto di vista di buona parte degli italiani, sparsi in cittadine come quella in cui ha vissuto la sua giovinezza Bocca.
Un punto di vista insolito e molto interessante sull'esperienza partigiana, forse il pezzo più intenso del libro.
E uno sguardo molto disincantato sul modo in cui si é evoluta (? ) l'Italia in tutti questi anni.
Ritieni utile questa recensione? SI NO