€ 13.94
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La prosivendola

La prosivendola

di Daniel Pennac

4.5

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: I canguri
  • Traduttore: Mélaouah Y.
  • Data di Pubblicazione: ottobre 1991
  • EAN: 9788807700224
  • ISBN: 8807700220
  • Pagine: 304
Per rilanciare le vendite del suo autore di maggior successo, del quale non si devono conoscere né il nome né il viso, la regina Zabo, tirannica regina e geniale 'prosivendola' della casa editrice Taglione, decide di reclutare un sostituto che incarni pubblicamente il misterioso J. L. B. L'operazione riesce, ma il sostituto rimane vittima di un attentato durante uno show delirante. Bloccato in ospedale in stato di coma, Benjamin viene ciò nonostante informato degli sviluppi del caso dalla sua tribù, resa tranquilla sulla sua salute dall'affermazione della sorellina astrologa secondo cui Ben vivrà fino a 93 anni.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Daniel Pennac:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La prosivendola e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.4 di 5 su 10 recensioni)

5.0Il senso della tribù, 05-02-2014
di - leggi tutte le sue recensioni
Il compito di Benjamin Malaussène, protagonista di questo romanzo di Daniel Pennac, è quello di placare con la consueta strategia le ire degli aspiranti scrittori rifiutati dalla tirannica direttrice della casa editrice del Taglione, la regina Zabo.
Tuttavia la vocazione di capro perseguita Malaussène soprattutto fuori dal lavoro: Benjamin, infatti, viene chiamato a sostituire il romanziere J. L. B. – autore di bestseller che vuole mantenere l'anonimato – nel corso di una delirante conferenza stampa per lanciare le vendite del nuovo romanzo del misterioso scrittore, e mentre lo fa rimane vittima di un attentato quasi fatale.
Benjamin, in stato di coma, viene tenuto informato degli sviluppi del caso dalla sua famiglia/tribù, in un intricato intreccio di storie che permettono ai personaggi secondari di esprimersi al meglio, caratterizzando ogni riga di questo romanzo. Bello e divertente anche nel suo delirio di caratteri ed eccentricità dei personaggi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Terzo della saga, 29-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
"La prosivendola" è un testo che appartiene al ciclo di Malaussène, ideato dallo scrittore francese Daniel Pennac. Di libro in libro i personaggi non crescono, quasi come i personaggi delle fiabe, anche se evolvono. La trama della prosivendola è quasi ai limiti del paradosso, ma sempre spumeggiante e divertente come i capitoli precedenti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La prosivendola, 10-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un nodo di eventi che si legano progressivamente l'uno con l'altro. La solita numerosa, sgangherata ed esilerante carrellata di personaggi a cui ci siamo abituati nei primi due libri della saga di Pennac. Al tutto si aggiunge molta ironia mista alla tragedia degli eventi.
La scrittura di Pennac non è mai banale, ma utilizzata in maniera intelligente in modo da sostenere sempre al meglio gli assurdi avvenimenti narrati.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Bello., 08-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Primo libro che ho letto di Daniel Pennac. E mi è piaciuto da morire, sopratutto lo stile così fresco ed euforico, a tratti persino comico. Lo scrittore è ironico in maniera fine e mai banale e questo è un racconto decisamente unico nel suo genere. Per questo lo considero imperdibile e consiglio a voi lettori di leggerlo!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Bellissimo come sempre, 27-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Anche questa volta Benjamin Malaussène dovrà vedersela con degli assassini pericolosi e davvero improponibili! La forza di Pennac, anche in questo libro, è quella di saper miscelare benissimo noir e genere comico, generando dei romanzi come questo: romanzi che non vorresti mai che finissero, perché in grado di portarti nel loro mondo come protagonista, grazie anche alla nitidezza delle immagini.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La prosivendola, 29-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Fantastico... Anche questo romanzo davvero geniale... Pur in mancanza del mio amato Ben la storia prosegue tutta d'un fiato, come sempre... Sono felice di aver scoperto Pennac, ne sono diventata un'accanita e affezionata lettrice. Vivamente consigliato.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Come sempre imprevedibile, 11-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Terzo episodio della saga di Daniel Pennac sulla famiglia Malaussèn, a mio avviso è anche il più bello fino ad ora. Come abbiamo visto precedentemente, questa famiglia non è ordinaria, anzi ci viene presentata in maniera pittoresca e alquanto particolare. In questo libro ogni caratteristica dei personaggi viene elevata all'ennesima potenza, presentandoci ogni figura in modo eccezionale.
Questa volta la vicenda vede coinvolta l'intera famiglia: Clara, ormai diciannovenne, è in procinto di sposarsi con Sant'Inverno, il dirigente quasi sessant'enne del carcere. Per motivi che leggerete all'interno del racconto, questo matrimonio non si celebrerà mai. Tutti all'interno della famiglia hanno il loro ruolo in questo impressionante giro di vite: Clara rimarrà incinta, July diventerà un'esperta di travestimenti, Benjamin assumerà il ruolo fittizio di autore di best seller e a causa di ciò gli spareranno in testa. Nonostante questo duro colpo, Thèrése continua a sostenere che il fratello morirà a novantatrè anni nel suo letto. A voi il piacere di scoprire la trama di questo esilarante racconto. Ne vale la pena!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Daniel, le petit marchand de prose, 02-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Sarà il maggior numero di pagine rispetto ai due volumi precedenti che un po' affievolisce la narrazione. O magari sarà uno sbilanciamento (volontario? ) nei regni dell'assurdo che fa scivolare Daniel, l'equilibrista perennemente in bilico tra reale e surreale. Ma non è riuscito a convincermi del tutto.
4 su 5 perché, comunque, di meno a Pennac proprio non si può dare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0la prosivendola, 04-08-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Ulteriore capitolo delle vicende del signor Malaussène, il "nostro" capro espiatorio. Con lo stile irriverente di sempre, impossibile da definire se non con l'aggettivo "indefinibile", siamo portati nuovamente nella vita del "nostro" eroe, questa volta alle prese con una donna che ha dell'inquietante, ma che sirivelerà essere molto più di ciò che da a vedere. Esilarante, come sempre surreale, una mise-en-abime nel mondo dell'editoria.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La prosivendola, 08-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Terzo capitolo della saga della famiglia Malaussene, lo stile rimane sempre lo stesso, quindi il risultato finale rimane originale e divertente. L'uomo capro espiatorio si ritrova questa volta a fare il presta faccia di un noto scrittore anonimo e ai suoi fantastici libri sul realismo liberale (un paio di titoli: Ultimo bacio a Wall Street, Gruzzolo, Dollaro, Il bambino che sapeva contare). Il titolo del libro di Pennac invece è dedicato a uno dei miei personaggi preferiti, la Regina Zabo, la direttrice della casa editrice di Malaussene (celebre la battuta del secondo capitolo: Sia capro Malaussene, sia capro!), qui sviluppata maggiormente, mettendo a fuoco anche i suoi lati positivi.
Mi è piaciuto molto, più del secondo (che mi era stato consigliato come il migliore della saga) e quasi all'altezza del primo, direi irraggiungibile. Incredibilmente mi ha affascinato nonostante avessi compreso in anticipo il canovaccio dell'intreccio, siccome per me rimane il modo migliore per sviluppare la storia. Pennac mi piace, fino ad ora ho letto quattro suoi libri e nessuno mi ha deluso.
Ritieni utile questa recensione? SI NO