La profe. Diario di un insegnante con gli anfibi

La profe. Diario di un insegnante con gli anfibi

4.0

di Antonella Landi


  • Prezzo: € 14.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Ci vogliono gli anfibi per calarsi in questa scuola. Ci vuole il coraggio di contaminarsi, lasciarsi sorprendere, abbandonare i pregiudizi e fidarsi solo di quello che si prova tutti i giorni entrando in classe. Ci vuole una voce nuova, che ha sciacquato i panni in Internet, per raccontare senza caricature una nuova generazione che ti manda SMS con scritto "PROFE LVB" e ti scatta foto col cellulare. E allora si scopre, nella sincerità spudorata di un diario, che se la prendi dal verso giusto la scuola è bella, nonostante tutto, anche se non si applica. E che la vita di classe è piena di comicità, e di poesia. La Profe protagonista di queste pagine è una che indossa gli anfibi, per l'appunto, anziché "completini Luisa Spagnoli e mocassini dal tacco barzotto". Un'insegnante stile Attimo fuggente, che ama gli studenti ma non sopporta, tanto per capirsi: la sala professori, i "progetti", i colleghi che insegnano per ripiego, ma anche quelli "sciatti che puzzano". In questo libro, distillato di un blog che da un paio d'anni è il punto di riferimento di insegnanti e studenti sparsi per la Rete, Antonella Landi racconta con una freschezza e una sapidità rare la quotidianità talvolta esaltante e talvolta deprimente della vita scolastica: gite, supplenze, colloqui coi genitori, Consigli di Classe, slanci didattici e assurdità burocratiche.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro

  • Titolo: La profe. Diario di un insegnante con gli anfibi
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Arcobaleno
  • Data di Pubblicazione: giugno 2007
  • ISBN: 8804568232
  • ISBN-13: 9788804568230
  • Pagine: 213
  • Reparto: Biografie e memorie > Memorie
  • Formato: brossura

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 3 recensioni)

5.0Ci vogliono gli anfibi..., 01-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno spezzato di storia scolastica visto con gli occhi di un'insegnante fuori dal coro, ma ricca di passione per il suo lavoro, che sa cogliere i lati divertenti della sua professione, lontana dalla sciatteria di tanti suoi colleghi e per questo amata ed apprezzata dai suoi alunni. Un libro che tantissimi insegnanti dovrebbero leggere per riscoprire la bellazza di questo lavoro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Scuola quotidiana, 02-09-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Molto divertente, se sei insegnante ancora di più perchè ti ci ritrovi appieno in tutti i momenti di vita scolastica che l'autrice descrive, e anche nelle sue riflessioni e considerazioni, molto vere anche se camuffate da battuta. Il piacere di stare nella scuola e gli aspetti più deprimenti e noiosi della scuola. E per chi non vuole sapere la fatica dell'insegnante che crede davvero a quello che fa e ci mette l'anima, ma all'infinito ti snocciola l'elenco dei tuoi giorni di vacanza, riporto dal libro: "perchè non avete fatto il professore anche voi anzichè il brutto lavoro che fate...?" Già, provare per credere!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0la passione di insegnare, 05-08-2010, ritenuta utile da 3 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Svolgere la professione di insegnante non è sempre così semplice perché non significa solo stare dietro una cattedra e trasmettere nozioni. Bisogna avere il coraggio di calarsi nella classe ed entrare in contatto con i ragazzi, bisogna non solo saperli coinvolgere, ma anche appassionare, incuriosire e stupire. Di fronte alla generazione che segue reality show, scrive come se stesse mandando sms e riesce ad appassionarsi solo a ciò che è vicino e simile risulta pertanto difficile saper raccontare dei grandi poeti della letteratura italiana. La Profe protagonista di questo divertentissimo diario racconta la sua esperienza in una scuola media nella quale è riuscita ad instaurare un rapporto di reciproca fiducia con i suoi studenti. La protagonista non è la classica insegnante distaccata, ma “vive” e condivide con i ragazzi l’esperienza scolastica riuscendo a divertirsi con loro e sentendo come peso tutti quegli aspetti burocratici che imprigionano chi insena per passione e non per ripiego. Si scopre così attraverso lo stile immediato, comico ed accattivante di questo blog, diventato diario, che esiste ancora qualcuno che insegna con quella passione che sa catturare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO