Il processo previdenziale in materia contributiva

Il processo previdenziale in materia contributiva

di Angelo Guadagnino


  • Prezzo: € 35.00
  • Nostro prezzo: € 33.25
  • Risparmi: € 1.75 (5%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Cedam

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€    Scopri come

In sintesi

Il volume di Angelo Guadagnino sul “processo previdenziale in materia contributiva” inizia con l'essenziale rilievo che l'estensione del sistema di riscossione mediante ruolo ai crediti previdenziali (introdotta dal decreto legislativo n. 46/1999) ha comportato che anche per le entrate contributive trovasse applicazione il principio, informatore della riscossione esattoriale, di separazione tra la titolarità del diritto di credito e quella dell'azione esecutiva: oltre che dal riordino dell'attività di riscossione coattiva, gli enti previdenziali sono stati interessati, quasi contestualmente a quel riordino, dal fenomeno della c.d. cartolarizzazione idest della cessione in massa ed a titolo oneroso dei propri crediti (legge n. 448/1998). Il concorso delle due normative, oltre che sul versante della riscossione – non più affidata agli enti stessi ed alle norme sull'esecuzione forzata del codice di rito – ha inciso anche sul sistema delle tutele giudiziarie, dando origine ad una varietà di giudizi di opposizione diversi per natura ed oggetto, pur tra loro accomunati dal costituire il modello di processo previdenziale in materia contributiva.Un tipo di processo dotato di una sua propria specificità anche nei riguardi del rito del lavoro e che si caratterizza per la struttura (presenza di un atto, il “ruolo”, avente già efficacia di titolo esecutivo, se pure di formazione stragiudiziale), per i soggetti che vi partecipano (in aggiunta all'ente previdenziale ed al contribuente opponente, vi sono anche la società cessionaria dei crediti dell'INPS ed il concessionario della riscossione), per gli oneri probatori che su quei soggetti gravano, per i poteri delle parti e del giudice.E proprio in omaggio a tale specificità, l'Autore ha inteso realizzare per la prima volta una ricognizione sistematica di questo tipo di processo – quello previdenziale in materia di contributi – e dei suoi istituti, ritenendo, a quasi dieci anni dall'entrata in vigore della riforma, oramai sedimentato e completato, sia nella prassi, che nell'applicazione giurisprudenziale, il procedi-mento di assestamento della nuova disciplina.Il volume, dopo aver messo in evidenza i principi e le norme che disciplinano l'obbligazione contributiva, analizza il modello “ordinario” di giudizio di opposizione: quello contro il ruolo (in tutte le sue fasi) fino a quello della decisione.Vengono, poi, esaustivamente esaminati gli altri tipi di giudizi di opposizione aventi per oggetto una pretesa contributiva da parte dell'ente previdenziale: specificamente le opposizioni a verbale di accertamento, all'esecuzione, agli atti esecutivi ed all'ordinanza-ingiunzione. Interes-sante, e – sotto il profilo monografico – originale, è, infine, la parte dedicata ai vari mezzi di impugnazione: appello, giudizio di cassazione, giudizio di rinvio, giudizio di revocazione, giudizio di opposizione di terzo.Al carattere proprio della monografia – che contraddistingue l'opera del Guadagnino – si aggiunge il tratto pragmatico della ricerca per il riferimento costante, e ragionatamente critico, alla “giurisprudenza” e per l'analisi esaustiva delle procedure amministrativa e giudiziaria: anche per tale motivo si conferma l'utilità del volume per gli operatori del diritto – giudici, avvocati, consulenti del lavoro – che debbono affrontare le problematiche connesse all'accertamento ed alla contestazione dei crediti contributivi.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro