€ 55.10€ 58.00
    Risparmi: € 2.90 (5%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€Scopri come

Ne hai uno usato?
Vendilo!
Il potere disciplinare nel lavoro privato e nel pubblico impiego privatizzato

Il potere disciplinare nel lavoro privato e nel pubblico impiego privatizzato

di Luigi Di Paola

5.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Giuffrè
L'opera, suddivisa in tre parti, ripercorre analiticamente le tappe che hanno scandito l'evoluzione dei vari orientamenti sviluppatisi sul tema della responsabilità disciplinare nel rapporto di lavoro e illustra, in maniera schematica, le problematiche di interesse evidenziatesi nella pratica. Nella prima parte del volume si prende in esame la storia e i fondamenti del sistema, mediante il richiamo ai principi che informano la materia, così come progressivamente venuti a delinearsi attraverso il continuo dialogo tra dottrina e giurisprudenza. La seconda parte è dedicata all'analisi del sistema disciplinare nel settore del rapporto di lavoro privato, con occhio particolarmente attento ai recentissimi insegnamenti della Corte di Cassazione, attinenti ai profili dell'illecito e del meccanismo sanzionatorio, della pubblicità delle norme disciplinari, del procedimento, dell'interferenza tra illecito disciplinare ed illecito penale, del licenziamento e dell'impugnazione del provvedimento sanzionatorio. Nell'ultima parte si procede alla disamina dell'argomento con riferimento al settore del pubblico impiego privatizzato, ove vengono affrontate, in modo esteso, tutte le nuove questioni poste dalla recente riforma "Brunetta".

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Un libro molto ben fatto, 19-06-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
L'opera migliore tra quelle da me lette sull'argomento. Ben documentato (molto ampi i riferimenti di dottrina e giurisprudenza) , sistematico, chiaro nell'esposizione e non scontato. Per verificare la differenza rispetto ad altre opere, che talvolta si limitano solo a citare la normativa, basta leggere la parte in cui commenta i continui e un po' ossessivi richiami all'imperatività, ribadita più volte dalla legge stessa, delle norme introdotte dalla riforma Brunetta, richiami in realtà completamente superflui alla luce dell'art. 2, comma 2 del d. Lgs. 1652001...
Ritieni utile questa recensione? SI NO