€ 21.25€ 25.00
    Risparmi: € 3.75 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il popolo bambino. Infanzia e nazione dalla Grande Guerra a Salò

Il popolo bambino. Infanzia e nazione dalla Grande Guerra a Salò

di Antonio Gibelli

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Einaudi. Storia
  • Data di Pubblicazione: aprile 2005
  • EAN: 9788806168384
  • ISBN: 880616838X
  • Pagine: 412
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Nella prima metà del Novecento, il mondo viene investito da un potente processo di arruolamento nella nazione, nelle politiche di potenza, nella mobilitazione bellica, nell'organizzazione del consenso allo Stato totalitario. La nazionalizzazione dei bambini e degli adolescenti costituisce un tassello fondamentale e un modello della nazionalizzazione delle masse, ugualmente considerate infantili, immature, bisognose di suggestioni e raggiri. Tali fenomeni si intrecciano con l'emergere dei bambini come nuovo segmento del mercato e con l'irruzione prepotente della loro immagine nella pubblicità commerciale. Il libro cerca di esplorare il punto di vista dei bambini e di rivisitarne le emozioni, i sogni, i percorsi dell'immaginario.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Il popolo bambino. Infanzia e nazione dalla Grande Guerra a Salò acquistano anche L' ora di lezione. Per un'erotica dell'insegnamento di Massimo Recalcati € 11.90
Il popolo bambino. Infanzia e nazione dalla Grande Guerra a Salò
aggiungi
L' ora di lezione. Per un'erotica dell'insegnamento
aggiungi
€ 33.15


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

3.0La guerra del fanciullo..., 05-05-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Dettagliato nelle descizioni, esauriente nel complesso. "Il popolo bambino" descrive ed esplora gli orrori-errori delle guerre che hanno sconvolto intere generazioni osservate da un lato che forse non ci aspettiamo... Il fanciullo. Il libro evidenzia gli aspetti psicologici e padagogici e narra a volte dettagliatamente come la guerra riesce a sconvolgere e convincere le masse della "giustezza" di quest'ultima, dove alla fine vengono tirati in ballo anche gli innocenti con i loro sogni, le loro emozioni... Le loro speranze.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un documento straordinario., 30-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il titolo è più che mai emblematico: dalla Grande guerra agli eventi della Liberazione, si assiste alla strumentalizzazione dell'infanzia e dell'adolescenza verso le finalità politiche dei primi quarant'anni del Novecento italiano: Dal desiderio di concludere un Risorgimento "mancato", all'immissione nella catena di montaggio che immettevasoldati per la "patria" fascista, Il mondo dell'infanzia ha dovuto percorrere un tortuoso cammino prima di conquistare una dignità e identità sociale adeguata.
Ritieni utile questa recensione? SI NO