€ 9.40€ 10.00
    Risparmi: € 0.60 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il pontile di Clausen

Il pontile di Clausen

di Ann Packer

3.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Carrie Bell è una ragazza di ventitré anni la cui vita scorre senza grandi sussulti nella tranquilla cittadina del Wisconsin dove è nata e cresciuta. Un buon rapporto con la madre, gli stessi amici da sempre e, da otto anni, lo stesso fidanzato, Mike. Con lui le cose non vanno più come prima: un sottile senso di insoddisfazione mina da tempo il loro rapporto fino al giorno in cui, durante una gita, Mike si tuffa da un pontile e resta completamente paralizzato. Affetto, convenzioni e senso del dovere imporrebbero a Carrie di rimanergli accanto e assisterlo, ma lei si ribella. Parte per New York, si costruisce una nuova identità e si innamora perdutamente di un uomo affascinante. Ma, da lontano, le voci di chi ha lasciato non si spengono e giunge il momento di prendere una nuova decisione...

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3.1 di 5 su 14 recensioni)

2.0Che delusione!, 05-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo è un classico romanzo potenzialmente vincente, che però viene svilito da una mancanza totale di coerenza narrativa. Un altro difetto è la poca scorrevolezza della storia, in pratica passano decine e decine di pagine senza che accada nulla di rilevante, solo monotonia e tristezza. In giro ci sono sicuramente romanzi con più carattere, questo dimostra di averne poco.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Non entusiasmante, 20-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La mancanza di scorrevolezza ha pesato molto sul giudizio globale di questo libro. La storia di Carrie è molto interessante dal punto di vista umano, e la Packer è brava nel tratteggiare sentimento e sensi di colpa. A mancare però è la solidità narrativa, tutto sembra troppo scontato e le varie dinamiche non si chiariscono mai fino in fondo, e inevitabilmente il senso del romanzo viene meno. La parte finale poi, è un concentrato di banalità ed ipocrisia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Bello ma non basta, 03-02-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho trovato questo romanzo, a tratti bello e a tratti assurdo. E' bello perchè racconta senza mai eccedere una vicenda dolorosa, che capita all'interno di una coppia che da molto tempo non ha più niente da dirsi, e che è destinata a spegnersi in un tempo molto ristretto. Mi è piaciuto anche per il modo in cui viene gestito il dolore da parte di Carrie, l'ho trovato molto realistico. Quello che stona e tutto ciò che viene dopo, e credo che con questa scelta narrativa la Packer abbia penalizzato molto il mio giudizio complessivo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0E' commovente, 26-01-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
La Packer è riuscita a sprecare l'intero senso del romanzo. Ovviamente non rivelerò i motivi della mia convinzione, ma credo proprio che questo libro poteva trasmettere molto di più se solo la bravissima Ann Packer avesse scelto di donare alla storia un senso logico. Gli sviluppi caratteriali dei protagonisti sono molto curati e interessanti, anche se manca la presenza di un personaggio trascinante in grado di smuovere una narrazione a volte troppo piatta. Devo ammettere che nonostante tutti i suoi difetti, questo libro ha il raro dono di riuscire a commuovere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Un vero peccato, 29-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il pontile clausen è un romanzo delicato, commovente ma incomprensibile. Carrie Bell è la classica ragazza di provincia, che ha un fidanzato da quando era adolescente e pensa di sposarlo, poi però un grave incidente cambia tutto. Se Ann Packer avesse sviluppato gli eventi in maniera diversa, questo libro sarebbe stato un capolavoro, una storia dalla quale imparare qualcosa sulla vita e sulla psicologia umana. Invece l'autrice rovina il senso del romanzo regalandoci un finale che mi ha lasciata basita perchè non ha senso logico.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
1.0Più deludente non si può, 13-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Il pontile clausen mi ha dimostrato che per rendere appassionante un romanzo non basta saper scrivere bene, ma occorre avere coerenza narrativa e saper donare ai personaggi il carisma necessario a non far annoiare il lettore. In questo caso, l'unico personaggio degno di nota è stato Kilroy il nuovo compagno di Carry che mi ha intrigata e anche commossa. Peccato che la Packer abbia creato un personaggio femminile alquanto insipido, che non riesce a trovare un posto adeguato nella narrazione, ma il peggio arriva nel finale che tronca sul nascere ogni buon proposito di considerare passabile questo romanzo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Deludente, 30-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Carry ha una vita monotona, schiacciata dal peso di un fidanzato che non ama più e che un giorno rimane paralizzato. Per Carry si apre una voragine, che da un lato la spinge a fuggire mentre dall'altro è tentata di cadere in quella via senza ritorno dove c'è infelicità e dolore. Carry decide di fuggire e prova a costruirsi una vita con un altro uomo e si appassiona di sartoria, però qualcosa la tormenta e i sensi di colpa minacciano di travolgerla. E' un romanzo di cui ho faticato a trovare il senso, sinceramente mi ha lasciato dentro una sensazione di incompletezza.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Scritto bene, ma.., 10-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
E' stata una fatica terminare questo romanzo, la Packer scrive molto bene ma ha uno stile molto lento e prevedibile. Non mi sono identificata per niente con la protagonista femminile Carrie, una ragazza di ventitrè anni in perenne lotta fra ciò che ritiene giusto e ciò che la potrebbe rendere felice. Persino quando sceglie di lasciarsi il passato alle spalle per affrontare il rischio, sembra infelice e fuori posto. La scrittrice ha creato un personaggio molto complicato da valutare, a mio avviso però è mancato qualcosa per rendere questo libro appassionante.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un grande capolavoro, 07-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro molto profondo, commovente e bellissimo nella sua autentica tragicità. Il pontile clausen è un romanzo che mi ha lasciata senza fiato, perchè mette letteralmente a nudo l'anima di una donna divisa fra senso di colpa e voglia di vita. Con questo romanzo, Ann Packer ha lasciato un segno indelebile nella mia anima e mi ha rapito il cuore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Commovente e angosciante, 04-05-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno di quei libri unici che mi è rimasto impresso nella mente, anche se devo dire che è mancato qualcosa per trasformarlo in un romanzo da lode. La protagonista Carrie, ha un animo tormentato che mi ha ricordato molto l'odioso dilemma che colpisce chi è diviso fra ciò che è socialmente corretto e ciò che è giusto per noi. Carrie alla fine farà la sua scelta, con tutte le conseguenze che implica. Un testo molto commovente che insegna a fidarsi del proprio istinto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un po' poco, 14-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un romanzo di forte impatto emotivo, ma che non riesce completamente ad annientare le difese del lettore e penetrare nella profondità del suo animo.
Sicuramente dipende dalla poca scorrevolezza, o più probabilmente da una storia tragica ma poco intima, quasi impersonale.
Anche la protagonista si dimostra spesso contraddittoria e in certi punti della narrazione sembra addirittura fuori posto, come se la scrittrice non avvesse stabilito con precisione il suo ruolo all'interno della storia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Nel cuore, 29-03-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Uno di quei libri che ti porti nel cuore a dispetto del tempo e di tutti gli altri libri che leggerai.
Questa lettura fà riflettere molto sul senso della propria vita, divisa fra il dovere morale e la libertà di scegliere ciò che è meglio per se stessi.
Ho sentito molto vicina la storia della giovane protagonista, forse perchè è una ragazza incredibilmente comune e al tempo stesso dotata di un'indole combattiva, che riesce a sbaragliare il dolore e gli ostacoli del destino.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Il pontile di Clausen (14)