€ 13.17€ 15.50
    Risparmi: € 2.33 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Le poesie. Testo tedesco a fronte

Le poesie. Testo tedesco a fronte

di Friedrich Nietzsche

5.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Collezione di poesia
  • Data di Pubblicazione: giugno 2008
  • EAN: 9788806194345
  • ISBN: 8806194348
  • Pagine: XXIV-254
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Nietzsche fu a lungo incerto fra la vocazione di filosofo e quella di poeta. E anche quando la prima ebbe il sopravvento, il suo rapporto con la lirica non si interruppe, come dimostra la presenza organica di poesie nella "Gaia scienza" e in "Così parlò Zarathustra", dove non è quasi possibile distinguere tra prosa e verso. Della produzione poetica nietzscheana il presente volume propone tutte le composizioni sparse nelle opere filosofiche, gli "Idilli di Messina", nonché i "Ditirambi di Dioniso".

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Lontano da dove, 02-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Troviamo un trascurato frammento negli "Idilli di Messina": Nietzsche si fa prendere da "fantasticherie", dovute al tumulto del luogo. Tumulto che fa riporre "la felicità nel silenzio e nella lontananza". Tumulto che diviene il proprio e "beatitudine e ritiro" divengono le donne. "In quei taciti luoghi () un silenzio di morte e la vita stessa un sogno al di sopra della vita".
Questo "incanto" è un "effetto a distanza, una actio in distans: ma ci vuole appunto in primo luogo e soprattutto distanza! ".
Come nel Parsifal, il tempo si fa spazio e lo spazio tempo. Il sogno al di sopra della vita è l'assenza come presenza che permane, desiderio in sé compiuto. Nell'atto in cui si pone, la lontananza è già raggiunta. Solo al lontano, al distante, al perduto l'essere umano è radicalmente congiunto. Ogni anelito al remoto può giungere solo dopo che il remoto è qui e altrove, ora e perduto. Lontananza è la profonda eternità del desiderio, orizzonte che ritorna troppo distante per non essere troppo vicino. Quando l'altrove si fa qui restando altrove, quando presenza è assenza che permane. Allora si ha poesia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO