€ 17.00€ 20.00
    Risparmi: € 3.00 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Più grande del cielo. Lo straordinario dono fenomenico della coscienza

Più grande del cielo. Lo straordinario dono fenomenico della coscienza

di Gerald M. Edelman

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Biblioteca Einaudi
  • Traduttore: Frediani S.
  • Data di Pubblicazione: settembre 2004
  • EAN: 9788806170721
  • ISBN: 8806170724
  • Pagine: IX-160
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
"È più grande del cielo, il cervello". Da questo verso di Emily Dickinson trae spunto questa introduzione divulgativa alle indagini delle neuroscienze. La ricerca neuroscientifica cerca di motivare il modo in cui gli eventi fisici messi in moto dai neuroni possano provocare sensazioni soggettive, pensieri ed emozioni. A differenza di molti studiosi, che ritengono misterioso il nesso fra mente e cervello, per l'autore esiste una spiegazione delle connessioni esistenti fra i meccanismi neurali e la coscienza. Essa è un processo dinamico e non è possibile concepire la mente senza che sia "incorporata": prima succede qualcosa nel cervello, qualcosa di cui non siamo coscienti, e solo dopo sentiamo l'intenzione di compiere un'azione.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Più grande del cielo. Lo straordinario dono fenomenico della coscienza acquistano anche Esplorazioni evolutive di Stuart Kauffman € 23.37
Più grande del cielo. Lo straordinario dono fenomenico della coscienza
aggiungi
Esplorazioni evolutive
aggiungi
€ 40.37


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Più grande del cielo, 09-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Che dire? La coscienza ed i processi mentali di autocoscienza legati specificatamente all'umano, analizzati da un premio nobel, che in barba a tutti i fautori dell'intelligenza artificiale come approssimazione all'umano pensiero, ai cognitivisti duri e puri che vedono il sistema mente/cervello come un'analogia computazionale, riporta allo specifico umano impossibile da replicare questo "dono" evolutivo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO