€ 12.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Piramidi di tempo. Storie e teorie del déjà vu

Piramidi di tempo. Storie e teorie del déjà vu

di Remo Bodei

4.0

Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Il Mulino
  • Collana: Intersezioni
  • Data di Pubblicazione: aprile 2006
  • EAN: 9788815110077
  • ISBN: 8815110070
  • Pagine: 152
  • Formato: brossura
Ognuno di noi ha provato la netta e improvvisa sensazione di aver già vissuto, in un passato indefinibile, situazioni assolutamente identiche. Tale anomalia ha però cominciato ad attirare ossessivamente l'attenzione di scienziati, filosofi e poeti solo a partire dalla prima metà dell'Ottocento. Attraverso l'analisi di poesie di Shakespeare, Rossetti, Verlaine e Ungaretti, delle teorie filosofiche di Bergson, Benjamin e Bloch e di ipotesi mediche del passato e del presente, Remo Bodei offre una ricostruzione delle diverse storie che si intrecciano su questo tema, e propone una rigorosa spiegazione del fenomeno.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Esperienze già vissute, 16-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il déjà vu è quella particolare sensazione che si avverte quando si percepisce di aver già vissuto una situazione che si sta verificando nel presente. L'autore spazia fra le varie definizioni di questo stato mentale identificandolo come un'identità di passato e presente, una misteriosa forma di rivelazione, un contrasto fra logica del desiderio e pensiero razionale. L'immagine arcaica inconscia e la vista hanno un leggero sfasamento temporale che in determinate situazioni emotive permette all'uomo di percepire contemporaneamente tutto il flusso del tempo. Quando si abbassa la soglia di attenzione si può entrare in un mondo di percezione pura, oggettiva, che Freud individua come disturbo del principio di realtà. Il testo dimostra come il fenomeno possa essere anche uno strumento conoscitivo citando l'interpretazione di pensatori come Bergson, Benjamin e Bloch. Lettura consigliata soprattutto a chi è interessato allo studio della mente umana in rapporto con il mistero dell'universo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO