La pianista

La pianista

3.5

di Elfriede Jelinek


  • Prezzo: € 12.50
  • Nostro prezzo: € 10.62
  • Risparmi: € 1.88 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

La ricerca spasmodica e frustrante della vita e di un'identità sessuale, fra autolesionismo e voyerismo, spingono una quarantenne insegnante di pianoforte negli squallidi peep-show della periferia viennese, nei cinema a luci rosse o tra le siepi del Prater, prima di rientrare a casa, sotto le lenzuola del letto che condivide con la tirannica madre. Al centro della narrazione il tormentato rapporto di forza tra le due che trasformerà in catastrofe sadomasochistica il tentativo della donna di legarsi a un suo allievo. "La pianista" è il romanzo più conosciuto di Elfriede Jelinek, premio Nobel per la letteratura nel 2004.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano La pianista acquistano anche Ognuno muore solo di Hans Fallada € 13.60
La pianista
aggiungi
Ognuno muore solo
aggiungi
€ 24.22

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Elfriede Jelinek:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La pianista e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  3.0 (3.3 di 5 su 4 recensioni)

4.0Appassionante, 06-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che colpisce per le emozioni difficili che si promette di esprimere, che racconta della perversione e dunque della solitudine di una donna ancora immatura e nostalgica di sentimenti. Da questo romanzo è stato tratto anche un film molto bello, che mantiene un ritmo ferrato e deciso. Un capolavoro letterario e al contempo cinematografico
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La pianista, 04-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Lettura non facile, anzi alle volte viene voglia di chiudere per allontanarsi dalla morbosità di cui è impregnata questa storia di Erika Kohut, quarantenne insegnante di pianoforte e vittima della tirannica madre. La scrittrice usa diversi registri per consegnare al lettore una storia che alla fine ti resterà dentro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Lettura difficile ma spunti interessanti, 07-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La lettura di questo libro è stata difficile in tutti i sensi: sia da un punto di vista delle tematiche trattate, con la descrizione di rapporti morbosi, malati e autodistruttivi, ma soprattutto per lo stile narrativo, che seppure con momenti molto interessanti, si rivela pesante e a tratti noioso, mettendo a dura prova la concentrazione del lettore. Rispetto al film che ne è stato tratto, approfondisce maggiormente le dinamiche relazionali e le psicologie dei personaggi, soprattutto il rapporto madre-figlia. Quindi nonostante la difficoltà, ne consiglierei la lettura, in quanto opera di un certo spessore che non lascia il lettore indifferente e colpisce molto sia per il contenuto che per la forma.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Estenuante, 26-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro estenuante, che mette a dura prova i nervi e il senso di nausea del lettore. Ovviamente l'effetto è voluto, e l'autrice coglie in pieno il suo scopo. Lettura molto interessante. Uno stile di scrittura sui generis, che gioca sul'effetto litania (in questo riconosco delle somiglianze, non nella forma ma negli effetti, con Easton Ellis). Ne esce un personaggio osceno nel senso più profondo del termine. Più che un romanzo è una grande riflessione sulle patologie relazionali. La conclusione getta una luce vivida e patetica su una donna rovinata da rapporti malati, rovinata e a sua volta portatrice di rovina. Difficile dire chi sia vittima o carnefice.
Ritieni utile questa recensione? SI NO