Peter Pan

Peter Pan

4.5

di James M. Barrie


  • Prezzo: € 15.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

Il personaggio di Peter nasce in origine per una commedia: 'Peter Pan' o 'Il ragazzo che non voleva crescere', ancora rappresentata in Inghilterra nelle recite scolastiche natalizie. Peter Pan, simpatico sbruffone che sa suscitare tenerezza, è alla ricerca di una mamma per una schiera di bambini abbandonati o scappati di casa, di cui è capo indiscusso. La trova in Wendy, una assennata ragazzina della borghesia londinese, che si lascia trascinare, con i due fratellini Gianni e Michele, in favolose avventure che sono per Peter l'assoluta quotidianità. Wendy resterà con Peter nell'Isolachenoncè finché la nostalgia di casa non la spingerà a tornare, accettando così implicitamente anche il passaggio dalla fanciullezza all'età adulta.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di James M. Barrie:


Dettagli del libro


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Peter Pan e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 6 recensioni)

5.0Peter Pan, 07-02-2013, ritenuta utile da 21 utenti su 23
di - leggi tutte le sue recensioni
Questo libretto ricordo d'averlo assegnato come compito per le vacanze ai miei ex alunni perchè a scuola avevamo fatto una sorta di "mini" spettacolo teatrale proprio su Peter Pan, il famosissimo ragazzino che ha deciso di non voler crescere più e che vive nella fantastica Isola che non c'è.
Il libretto presenta la sua storia in inglese e, come sempre, è ricco d'esercizi.
Un altro "activity book" a parer mio utile e ben fatto.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Con illustrazioni di Rackham, 08-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La storia di Peter Pan ormai la conosciamo tutti, per questo scrivo una recensione su questa edizione in particolare perché recupera le illustrazioni di Arthur Rackham (1867-1939) . Rackham illustrò l'opera di Barrie "Peter Pan nei giardini di Kensington" nel 1906, fu dunque la sua penna a dare il volto al primo Peter e al suo fantastico mondo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Seconda stella a destra..., 09-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Le avventure del bambino che non voleva crescere sono celebri in tutto il mondo grazie a film e cartoni animati; ciò che forse non tutti sanno è che questo romanzo è un piccolo gioiello della letteratura, che travalica le limitazioni del testo per ragazzi e del fantasy per diventare semplicemente una grandiosa avventura, un sogno da vivere e rivivere pagina dopo pagina senza mai dimenticare il bambino che siamo stati e che ancora portiamo dentro di noi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0andiamo sull'isola che non c'è, 16-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Conosco il racconto a memoria, avrò letto il libro una trentina di volte perchè me lo regalarono per il mio nono compleanno e da allora mi innamorai della storia e del personaggio principale, il ragazzino destinato a rimanere per sempre un bambino senza mai crescere, praticamente il sogno di ogni adulto. Un libro fantastico per chi come me sa ancora sognare
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Il Pan originario non mi ha sorpreso..., 25-09-2010, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Ebbene si, mi ha sorpreso leggerlo per la prima volta in originale come opera teatrale dopo aver avuto come impatti precedenti le opere della Disney e il Pan di Francesco Dimitri che ho apprezzato alla grande.
MA questo Pan, molto goth o quasi e molto spavaldo poteva essere di piu' ma forse la mia immaginazione era andata ben oltre per poterlo apprezzare anche se per lo meno la Disney non lo ha rimaneggiato come ci si potrebbe pensare.

I personaggi principali o secondari, animati dai ricordi di bambina hanno avuto la meglio sulla lettura che mi fa pensare in grande per un'opera piccina come si è prsentata o dove la crudeltà utopica della crescita rimane comunque invariata e eternamete da studiare.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Un classico , 07-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Strano.... cani che fanno da balie, bambini che volano, pirati e indiani che giocano a fare la guerra inseguiti da un coccodrillo che fa tic-tac.
Bisogna pensare come bambini per scrivere un romanzo del genere.
Eppure il finale mi ha messo addosso una sensazione di malinconia e tristezza.
Ritieni utile questa recensione? SI NO