€ 17.85€ 21.00
    Risparmi: € 3.15 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Il peso del corpo

Il peso del corpo

di Ehud Havazelet

5.0

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
  • Editore: Einaudi
  • Collana: Supercoralli
  • Traduttore: Kampmann E.
  • Data di Pubblicazione: maggio 2009
  • EAN: 9788806195236
  • ISBN: 8806195239
  • Pagine: 352
  • Formato: rilegato

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Nathan Mirsky vive a Boston, è un medico quarantenne sofferente di attacchi di rabbia, per i quali è in cura da un analista. Riceve la notizia che suo fratello maggiore Daniel - a cui era molto legato, ma che aveva perso di vista da anni - è morto a San Francisco ucciso da un'arma da fuoco, probabilmente in uno scontro tra gang rivali. Giunto in California con il padre Sol, un ebreo europeo sopravvissuto ai campi di concentramento che si impegna a ricostruire il destino di coloro che si sono salvati dallo sterminio e a tenere i rapporti coi rispettivi familiari, scoprirà che Daniel viveva con una ragazza e il figlio di lei. Nathan e Sol dovranno confrontarsi con i motivi che li hanno allontanati l'uno dall'altro, isolandoli senza il conforto di una famiglia, consapevoli di doversi misurare con uno dei sentimenti più indispensabili, il perdono.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Il peso del corpo, 14-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Ho acquistato quest'ottima opera e ammetto che un lettore come ha buoni motivi di essere contento. Nella luce obliqua che penetra dalle feritoie nelle baracche del campo. Nella luce obliqua dei sentimenti di Sol verso i suoi figli, a cui non dirà nulla di quanto è successo nei campi di sterminio, perché almeno loro possano "davvero" avere un futuro. Nella luce obliqua che colpisce ogni oggetto, personaggio o dialogo ne "Il peso del corpo" di Ehud Havazelet (nato a Gerusalemme nel 1955, ma residente in Oregon). A ben vedere il sole rimane a picco su di noi per pochi istanti, per il resto siamo sempre immersi nella luce obliqua che genera corte o lunghe ombre. La storia di Sol e Freda, due sopravvissuti, e dei loro figli Daniel e Nathan è solo un punto di partenza, che nel romanzo si perde nel continuo fluttuare di piani temporali e punti di vista. Memoria e sogno si mescolano e il lettore si fa strada sentendo un nodo allo stomaco ora stringersi, ora diventare insensibile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO