€ 10.34€ 11.00
    Risparmi: € 0.66 (6%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Perché ci odiano

Perché ci odiano

di Paolo Barnard

4.5

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi
Le menzogne uccidono. Ci sono le prove, le testimonianze, i documenti. Basta provare a cercare, basta avere voglia di sapere. È quello che ha fatto in anni di ricerca e di viaggi l'autore di questo libro utilizzando fonti "non sospette", cioè quelle ufficiali americane, inglesi, israeliane che dimostrano come il terrorismo sia stata l'arma principale di questi paesi per imporre loro un ordine mondiale. Da decenni. Da quando gli israeliani si resero protagonisti di una vera pulizia etnica contro i palestinesi, e gli americani (con gli inglesi) sostennero le controrivoluzioni in Indonesia, in Guatemala, in America Latina. Con l'aggiunta dei russi in Cecenia: una lunga lista di esempi riguardo i quali non si può restare indifferenti.

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Perché ci odiano acquistano anche La costituzione nella palude di Luciano Barra Caracciolo € 17.10
Perché ci odiano
aggiungi
La costituzione nella palude
aggiungi
€ 27.44


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.5 di 5 su 4 recensioni)

4.0Perché ci odiano, 20-05-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Lettura imprescindibile per chi vuole cercare di capire un po' di più il mondo attuale, oserei dire che questo è un libro profondamente etico che cerca di aprire i nostri occhi a realtà che sono molto sgradevoli ad apprendersi ma senza conoscere le quali siamo destinati a rimanere ciò che il libro testimonia fin troppo bene.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Realtà scomode, nascoste in piena vista, 26-07-2010, ritenuta utile da 4 utenti su 4
di - leggi tutte le sue recensioni
Paolo Barnard, che ai più sarà noto soprattutto per i suoi video di inchiesta trasmessi all'interno della trasmissione "Report", ci offre un resoconto dettagliato di un suo lungo lavoro teso alla raccolta di una notevole mole di documenti atti a rispondere ad una semplice domanda:cosa si cela dietro "l'odio" dei terroristi, specie proveniente dal mondo orientale?

Per poter comprendere appieno il valore dell'opera bisogna precisare che Barnard non è interessato ad una posizione politica sui temi trattati, né mira a fornire risposte in un senso o nell'altro, se non quelle che ognuno di noi sarà in grado di formulare quando avrà appreso ciò che, in fondo, l'autore ci mostra essere sotto gli occhi di tutti.

E' proprio qui, infatti, che si mostra l'importanza di questo libro: a fronte delle retoriche declamazioni dei vari governi internazionali, propinate attraverso i principali media, un secondo canale meno battuto (ma per questo non inaccessibile) mostra come i paesi occidentali non siano affatto ignari delle proprie responsabilità nell'aver scatenato l'ondata di terrorismo che ha travolto il pianeta negli ultimi anni. Questo canale è rappresentato da tutta una serie di documenti ufficiali, e per questo inoppugnabili, spesso secretati per decenni e di recente resi accessibili, da cui emerge che il terrorismo ha spesso un volto amico.

E' così che Paolo Barnard, per bocca degli stessi fautori della "guerra per la democrazia", svela come sotto la bandiera della libertà marcino oppressione e ingiustizie, crimini ed efferatezze.

Una scelta particolarmente azzeccata, anche per chi non sia digiuno di letture sul conflitto Arabo-Sionista, si ha nel capitolo dedicato a Israele, in cui Barnard decide di avvalersi, in mezzo ad una vera messe di documenti ufficiali, di materiale esclusivamente tratto o da fonti super partes, come l'ONU, o da fonti israeliane.

Questo è, in definitiva, "Perché ci odiano": un ritratto di Dorian Gray, dove il ridente volto della democrazia occidentale si specchia nel suo macabro riflesso, da cui può nascondersi inorridito. Ma non per sempre.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Il terrorismo e l'Occidente, 23-07-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
"Perchè ci odiano" è una lettura sicuramente impegnativa ed un testo essenziale per comprendere alcune situazione politiche internazionali, in particolare quella palestinese.
Credo che oggi in Italia Barnard sia l'unico a essere in grado di produrre un saggio giornalistico così ben fatto e pregnante usando una tale quantità di fonti. Da notare come Barnard sia riuscito a dare un volto al terrorismo occidentale usando solo fonti della "nostra" parte della barricata, tra cui tanti documenti ufficiali statunitensi e israeliani. E' grazie a pezzi come questo se Barnard è stato epurato dai media italiani (e anche sammarinesi!): nessuno, ripeto nessuno, nè in politica nè nell'intellighenzia ha mai gridato ad alta voce la verità sul terrorismo come Paolo Barnard. Leggere questo libro vi procurerà non pochi dubbi, assaporatelo lentamente.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0interessante, 08-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
libro interessante con un punto di vista originale (originale nel senso che i media non parlano mai da questo punto di vista, cioè quello dei fatti) sulla situazione palestinese, ottima documentazione, un lavoro di un professionista serio del giornalismo come se ne vedono pochi ultimamente in questo paese dove l'informazione è delegata a pochi casi sporadici
Ritieni utile questa recensione? SI NO