€ 16.53
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Pensieri sul cristianesimo

Pensieri sul cristianesimo

di Emanuele Severino

3.0

Prodotto momentaneamente non disponibile

Note su Emanuele Severino

Emanuele Severino è nato a Brescia il 26 febbraio del 1929. Suo padre, militare di carriera, era di origini siciliane mentre sua madre era bresciana. Dopo la maturità ha studiato presso l’Università di Pavia, dove nel 1950 ha conseguito la laurea in filosofia discutendo una tesi su Hiedegger sotto la supervisione di Gustavo Bontadini. Dopo la laurea si dedica all’insegnamento della Filosofia teoretica. Dal 1954 al 1970 insegna Filosofia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano. Nel 1970 i libri da lui pubblicati entrano in conflitto con la dottrina cattolica. Le discussioni suscitate lo costringono a lasciare l’Università Cattolica in favore dell’Università Ca’Foscari di Venezia. Qui Emaneuele Severino è stato tra i fondatori della facoltà di Lettere e Filosofia. Sempre presso l’ateneo veneziano, insegnano o hanno insegnato numerosi allievi dello stesso Severino, tra cui Umberto Galimberti e Salvatore Natoli. Professore ordinario di filosofia teoretica dal 2001, Severino ha in precedenza diretto l’Istituto di Filosofia e ha insegnato Logica, Storia della filosofia e Sociologia. Dal 2005 è professore emerito dell’Università Ca’Foscari. Attualmente insegna Ontologia fondamentale all’Università Vita Salute San Raffaele di Milano. Collabora da anni con il Corriere della Sera. Autore di numerose pubblicazioni, Emanuele Severino è accademico dei Lincei e Cavaliere di Gran Croce.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Interessante, 24-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Il titolo è fuorviante: Severino si occupa non del cristianesimo - il che significherebbe spaziare dalle discussioni cristologiche tardoantiche alla frammentazione delle infinite conventicole contemporanee - ma del cattolicesimo, con particolare attenzione all'eredità della dottrina tomista. Nonostante l'insistenza in una polemica a volte forse superficiale, i temi sono - se non altro per chi si interessi di filosofia - di un certo interesse, le argomentazioni lucide e precise, lo stile generalmente scorrevole.
Ritieni utile questa recensione? SI NO