Penelope alla guerra

Penelope alla guerra

3.5

di Oriana Fallaci


  • Prezzo: € 10.00
  • Nostro prezzo: € 9.40
  • Risparmi: € 0.60 (6%)
Disponibilità immediata

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Descrizione

La prima opera narrativa di Oriana Fallaci: la storia di una donna che, straniera a New York, non esita a sfidare le convenzioni (e le ingiustizie) di una società maschilista. Penelope che non si rassegna al ruolo domestico di chi tesse la tela aspettando il ritorno di Ulisse, ma, Ulisse lei stessa, Giò viaggia alla ricerca della sua identità e della sua libertà. Si disfa con freddezza della sua verginità, si innamora con ribellione di un uomo debole e incerto che si rivela omosessuale, affronta con coraggio il triangolo in cui si trova coinvolta da Richard (l'uomo che ama) e Bill (l'uomo amato da Richard). Dieci anni dopo, il volto di Giò, la protagonista di questo romanzo, potrebbe essere quello dell'io narrante di "Lettera a un bambino mai nato".

Note sull'autore

Oriana Fallaci nacque a Firenze il 26 giugno 1929. Visse un'infanzia difficile a causa della seconda guerra mondiale. A soli dieci anni infatti, il padre Edoardo, fervente antifascista, la coinvolse nelle attività della Resistenza, esperienza che contribuì a forgiare una donna dal carattere combattivo e tenace. Per l'impegno in guerra ricevette anche la medaglia d'onore dell'Esercito Italiano. Subito dopo la guerra, non ancora maggiorenne, iniziò a lavorare come giornalista. Scrisse per importanti testate giornalistiche, tra cui L'Europeo e il Corriere della Sera, e i sui articoli furono spesso tradotti all'estero. Iniziò anche a frequentare la facoltà di Medicina, ma abbandonò gli studi dopo poco, per dedicarsi completamente all'attività che più le piaceva e meglio le riusciva: scrivere. In poco tempo, la sua naturale capacità abbinata ad un carattere di ferro, la portarono ai vertici del giornalismo mondiale. Fu la prima donna in Italia ad andare al fronte come inviata speciale, tra il 1967 e il 1975 passò lunghi periodi in Vietnam, nel 1968, a Città del Messico, fu ferita durante la strage di piazza delle Tre Culture. In generale, seguì tutti i più cruenti conflitti del 1900, tutti gli eventi storici di maggior rilievo. Fece delle memorabili interviste ai potenti del mondo, tra cui Henry Kissinger, Golda Meir, Indira Gandhi, Gheddafi, Arafat e Khomeini. Sulla base delle sue esperienze di vita, scrisse numerosi romanzi, spesso autobiografici, che ne determinarono il successo internazionale e proiettarono Oriana nel gotha degli scrittori più apprezzati dell'ultimo secolo. Tra questi ricordiamo "Penelope alla guerra" (1962) "Niente e così sia" (1969), "Intervista con la storia" (1974), "Lettera ad un bambino mai nato" (1975), "Un uomo" (1979), "Insciallah" (1990), "La rabbia e l'orgoglio" (2001). Restando coerente con sé stessa, nei suoi articoli e nei suoi libri non fece mai segreto della sua opinione personale e le sue forti prese di posizione a volte (come nel caso de "La forza della ragione") suscitarono numerose polemiche. Oriana Fallaci morì a Firenze il 15 settembre del 2006.
 

Acquistali insieme:

Gli utenti che comprano Penelope alla guerra acquistano anche Il sesso inutile. Viaggio intorno alla donna di Oriana Fallaci € 8.50
Penelope alla guerra
aggiungi
Il sesso inutile. Viaggio intorno alla donna
aggiungi
€ 17.90

Prodotti correlati:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.4 di 5 su 5 recensioni)

3.0Penelope va alla guerra, 08-09-2011, ritenuta utile da 5 utenti su 46
di - leggi tutte le sue recensioni
Già in questo libro un'acerba Oriana dà prova del genio che l'ha contraddistinta nella sua vita. Nonostante sia molto diverso dai libri che poi si sono susseguiti nella sua carriera, lo stile e le importanti tematiche trattate, lo rendono oltre che un romanzo di spessore, uno di quei libri sempre attuali.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Acerbo, 05-09-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Partendo dal fatto che adoro lo stile narrativo di Oriana Fallaci e la sua capacità espressiva, concreta, viva, devo dire che Penelope alla guerra l'ho apprezzato esclusivamente per questo stile che caratterizza appunto l'autrice. La storia può considerarsi anche originale, i temi trattati importanti, ma l'ho trovata un po acerba, come se ci fosse qualcosa di non-concluso alla fine.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Semplice!, 05-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Molto semplice questo primo romanzo di Oriana Fallaci e lo si capisce anche dalla trama e dai personaggi. Forse il primo da conoscere, dato che gli altri poi sono tutti più elaborati. Semplice ed intrigante allo stesso tempo. Appare anche a tratti autobiografico nonostante le smentite dell'autrice stessa. Lo consiglio!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0bel romanzo, 04-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Anni 50.
Prendete una promettente autrice di sceneggiature che deve farsi le ossa e che viene inviata a New York da un produttore per trarre ispirazione dalla Grande Mela e dai suoi abitanti.
Immaginate adesso, che Giò (questo è il nome della protagonista del libro) incontri per caso Richard, americano conosciuto in Italia durante la guerra!
Giò, Richard, New York e Cupido ecco cos'è Penelope alla guerra!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Deludente..., 06-09-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Onestamente mi aspettavo di meglio da questo libro. Leggerlo è facile proprio grazie allo stile della Fallaci: immancabilmente tagliente. Rimane comunque deludente la parte finale, che potrei definire alienante; seppur vi sia da cogliere tra le righe un chiaro e pungente messaggio.
Ritieni utile questa recensione? SI NO