€ 10.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Le parole e i giorni. Nuovo breviario laico

Le parole e i giorni. Nuovo breviario laico

di Gianfranco Ravasi


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar bestsellers
  • Data di Pubblicazione: febbraio 2010
  • EAN: 9788804597032
  • ISBN: 8804597038
  • Pagine: 414
  • Formato: brossura
Per spezzare la meccanica ripetitività del quotidiano e vincere l'inerzia di un riposo inteso come mera fuga ed evasione dalla fatica del vivere, la cultura umana ha accumulato nei secoli parole preziose, essenziali, cariche di poesia e saggezza, in grado di creare o allargare spazi di intima riflessione. E da questo tesoro di inestimabile valore che Gianfranco Ravasi attinge ancora una volta, proponendo una scelta di citazioni letterarie, poetiche e filosofiche da cui trae lo spunto per brevi e appassionati commenti. William Shakespeare, Lev Tolstoj, Catullo, Simone Weil, Confucio, Albert Einstein, ma anche Woody Allen, "Che" Guevara, Giorgio Gaber: pensieri, intuizioni che illuminano interiormente, aiutando ciascuno di noi a coltivare, ogni giorno dell'anno, un'"oasi di silenzio" nel fragoroso deserto di apatia morale e superficialità che ci circonda. Solo la contemplazione, vera e propria "fonte d'energia", può infatti restituire vitalità alla nostra anima. In una società come quella attuale, ciecamente votata alla produttività e all'azione, è la diga che tiene alto il livello dell'acqua dissetante e purificatrice nel bacino della coscienza, afferma l'autore, facendo propria l'immagine di uno scrittore agnostico e "indifferente" come Alberto Moravia.

Note su Gianfranco Ravasi

Gianfranco Ravasi è nato a Merate, in Brianza, il 18 ottobre del 1942. Primo dei tre figli di un ufficiale del fisco e di un’insegnate, è cresciuto ad Osnago. Desideroso di dedicarsi all’insegnamento, seguendo le orme della madre, Gianfranco entra in seminario dove studia lingue moderne ed antiche, tra cui greco e latino. E’ stato ordinato presbitero per l’arcidiocesi di Milano il 28 giugno del 1966 e ha proseguito gli studi presso la Pontificia Università Gregoriana e presso il Pontificio Istituto Biblico, dove ottiene la licenza in Sacra Scrittura. In seguito è docente di esegesi biblica al seminario arcivescovile di Milano, alla facoltà Teologica dell'Italia Settentrionale e membro della Pontificia commissione biblica. Accanto agli impegni come religioso e come docente, affianca una forte passione per l’archeologia. Nel 1989 è stato nominato prefetto della Biblioteca Ambrosiana e, sempre a Milano, lavora a fianco di Carlo Maria Martini. Nel 1995 Giovanni Paolo II lo nomina Protonotario Apostolico Soprannumerario. Nel 2007 riceve la nomina di presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, della Pontificai Commissione di Archeologia Sacra e del Consiglio di Coordinamento fra Accademie Pontificie. Nel 2010 Papa Benedetto XVI lo nomina cardinale. Autore di numerose opere a carattere religioso, Gianfranco Ravasi rappresenta una figura importante per la Teologia italiana.