€ 7.65€ 17.00
    Risparmi: € 9.35 (55%)
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La parola fine

La parola fine

di Roberta Tatafiore

5.0

Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
  • Editore: Rizzoli
  • Collana: Saggi italiani
  • Data di Pubblicazione: aprile 2010
  • EAN: 9788817039925
  • ISBN: 8817039926
  • Pagine: 149
  • Formato: rilegato
Roberta Tatafiore ha dedicato la sua esistenza a difendere i diritti delle donne e a lottare, da donna e da giornalista, contro ogni forma di limitazione della libertà personale. Ma cos'è la libertà personale quando è la vita stessa a sembrare una costrizione? L'8 aprile 2009 Roberta ha ingerito un cocktail letale di farmaci, dopo mesi di isolamento e silenzio. Era in un albergo della capitale, a due passi da casa. Con la stessa serenità con cui Sylvia Plath prima di uccidersi ha imburrato il pane per i figli, Roberta ha lasciato agli amici una pacata lettera di congedo: "La mia è stata davvero una scelta. Una scelta a lungo riflettuta, preparata, accompagnata dalla stesura di un diario". È proprio questo memoriale a rivelarci un percorso che nulla ha a che fare con il suicidio per come lo immaginiamo. La sua è un'uscita di scena consapevole: la lucida e razionale "composizione di una morte", come lei stessa la definisce, con un richiamo simmetrico e contrario a Comporre una vita, il celebre saggio di Mary Bateson. È la decisione di una persona che ha vissuto pienamente coltivando sino alla fine le sue passioni: il senso profondo della letteratura - che nelle opere della stessa Plath, di Marina Cvetaeva e di Amelia Rosselli diventa meditazione sul suicidio - e l'impegno civile, ispiratore anche di quest'ultimo gesto, un gesto politico, "il salto nel vuoto di chi non sa adeguarsi alla norma".

Altri utenti hanno acquistato anche:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su La parola fine e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  5.0 (5 di 5 su 1 recensione)

5.0Bellissimo, 09-03-2013
di - leggi tutte le sue recensioni
L'ho letto tutto di un fiato. Grande donna ma anche molto fragile. Il suo libro è un diario delle sue giornate e dei suoi ricordi, dalla nascita fino al suo suicidio. Scrive della sua morte con disinvoltura, anzi raffronta ciò che scrive su di lei, con il suicidio di un blogger avvenuto nel 2005, Ciro Eugenio Milani.
Ciro Eugenio Milani, nel suo blog raccontava delle sue giornate e de metodi di suicidio a cui stava pensando, coinvolgendo coloro che passavano nel suo blog, chiedendo consigli. Invece Roberta Tatafiore, si è isolata dal mondo tanto che era già determinata nel suo gesto. Un libro che consiglio a tutti, in quanto racconta la vita di una donna molto forte ma anche molto fragile, il suo combattere con il mostro della morte che si riaffacciava in determinati periodi della sua vita.
Ritieni utile questa recensione? SI NO