€ 21.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 25 euro!Scopri come
Parlamenti democratici

Parlamenti democratici

di Gianfranco Pasquino, Riccardo Pelizzo


Prodotto momentaneamente non disponibile
  • Editore: Il Mulino
  • Collana: Saggi
  • Data di Pubblicazione: agosto 2006
  • EAN: 9788815112750
  • ISBN: 8815112758
  • Pagine: 248
  • Formato: brossura
Esistono nella letteratura politologica numerosi studi di singoli parlamenti, nonché volumi collettanei con capitoli dedicati a una serie di assemblee legislative nazionali. Il valore aggiunto di questo lavoro consiste nella prospettiva comparata, che permette di valutare in maniera trasversale analogie e discrepanze tra differenti istituzioni parlamentari, spiegandone la varietà dei funzionamenti. A questo scopo sono stati prescelti e studiati cinque parlamenti di altrettanti sistemi politici democratici, tutti rilevanti e per molti versi "paradigmatici", che rappresentano diverse forme di governo o loro varianti significative: quella presidenziale (Stati Uniti), quella semi-presidenziale (Francia della Quinta Repubblica) e quelle parlamentari (governo di Gabinetto in Gran Bretagna, cancellierato in Germania e parlamentarismo tradizionale in Italia).

Voto medio del prodotto:  3.0 (3 di 5 su 1 recensione)

3.0Parlamenti democratici, 19-07-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Gianfranco Pasquino è uno dei massimi politologi italiani (ed ex senatore Pci-Pds). Ma non è necessario essere politici o studiosi di politica per accorgersi di come, negli ultimi decenni, il ruolo delle assemblee elettive si sia profondamente svuotato. Una conferma scientifica di questa impressione la offre questo libro. Le conclusioni che scaturiscono dall'ampia evidenza empirica raccolta, nella migliore tradizione della scienza politica, non si sottraggono a un'indicazione prescrittiva: i parlamenti debbono saper aggiornare e rinnovare la loro funzione secolare. Abbandonare "l'illusione del loro (stra)potere legislativo", per diventare invece "protagonisti del controllo, centro di legittimazione dell'attività politica di governo e opposizioni".
Ritieni utile questa recensione? SI NO