€ 13.60€ 16.00
    Risparmi: € 2.40 (15%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
I padroni del cibo

I padroni del cibo

di Raj Patel

3.5

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Feltrinelli
  • Collana: Serie bianca
  • Traduttore: Carlotti G.
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2009
  • EAN: 9788807171567
  • ISBN: 8807171562
  • Pagine: 286
  • Formato: brossura

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Feltrinelli
Circa un miliardo di persone nel mondo è denutrito. Un altro miliardo è obeso. Quasi metà della popolazione mondiale vive quotidianamente il problema di un'alimentazione insufficiente. L'altra metà soffre dei tipici problemi legati a un'alimentazione sovrabbondante e alle disfunzioni che ne derivano: diabete, eccesso di peso, problemi cardiocircolatori. È un paradosso? Solo apparente, argomenta Raj Patel, perché questo stato di cose è l'inevitabile corollario di un sistema che consente solo a un pugno di grandi corporation di trarre profitto dall'intera catena alimentare mondiale. Questo volume è un'indagine che svela per la prima volta i retroscena della guerra in corso per il controllo delle risorse alimentari: un vero e proprio giro del mondo che spazia dall'aumento dei suicidi tra i contadini asiatici alle sventurate conseguenze degli accordi commerciali tra Messico e Stati Uniti, dell'emergere dei movimenti dei senza terra in Brasile al fallimento di molte produzioni agricole africane, fino a toccare le sofisticate tecniche di manipolazione dei consumatori nel ricco Nord del mondo.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  3.0 (3.3 di 5 su 4 recensioni)

3.0Punti di vista, 28-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un viaggio attraverso il sistema alimentare mondiale e le tragedie che vivono i contadini delle periferie del pianeta. Ovviamente il libro esprime un punto di vista forte, tuttavia ad esprimerlo è un economista affermato, quindi di certo è un libro che vale la pena di leggere, salva la possibilità di aderire o meno alle tesi proposte da Patel.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Cosa si trova sugli scaffali del supermercato?, 22-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Pressoché ogni giorno ci si reca presso un supermercato, ipermercato, centro commerciale o qualsivoglia centro della grande distribuzione per acquistare prodotti alimentari. Ma da dove provengono questi prodotti? Perché il loro prezzo sugli scaffali è di gran lunga superiore a quello di produzione? Chi ci guadagna su? Quali sono le conseguenze sulla vita delle persone, della politica del cibo adottata dalle multinazionali? Questi sono solo alcuni dei quesiti a cui Raj Patel (economista) da una sua interpretazione.
Il libro non lascia indifferenti e porta a pensare al modo in cui è organizzato il sistema mondiale del cibo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Un libro da prendere sul serio?, 15-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Malgrado l'argomento interesante e la trattazione documentato, il tono da testo universitario mi ha affaticato. Quando presenta fatti e situazioni che io conosco di prima mano i conti non tornano. La rapprentazione è inaccurata, faziosa, ignora elementi rilevanti e spesso porta a conclusioni che se prese seriamente avrebbero effetti devastanti sulla popolazione di questo pianeta. Una cosa che mi ha fatto poi molto sorridere è che in sostanza, per l'autore, gli unici che fanno le cose giuste, che sanno imparare dai propri errori, che non sono in malafede, che sono i più bravi, sono i movimenti (in particolare contadini) che si rifanno al grande filone storico del "comunismo". Ironico e soprattutto anacronistico alla luce dei disastri agricoli che sono riusciti a realizzare proprio i paesi del blocco "comunista" nel passato recente. Un saggio interessante ma anche deprimente, tanti numeri, statistiche che dicono chiaramente il business e le disuguaglianze circa la nutrizione.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La filiera produttiva, 30-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
In messico i contadini si sono impoveriti a causa della nascita del nafta perchè il loro prodotto principale è stato trattato con un misto di ignoranza e di disprezzo nelle negoziazioni. La coltivazione del mais e del caffè erano i prodotti principali. Chi ha realizzato profitti sono stati i supermercati come wall mart di warrent buffet in america vicino ai confini. Il Nafta ha incoraggiato la migrazione dalle campagne alle città.
Ritieni utile questa recensione? SI NO