Opinioni di un clown

Opinioni di un clown

4.5

di Heinrich Böll


  • Prezzo: € 11.00
Prodotto momentaneamente non disponibile
Inserisci la tua e-mail per essere informato appena il libro sarà disponibile:
 


Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€ sopra i 24 euro!   Scopri come

Prodotti correlati:

I libri più venduti di Heinrich Böll:


Dettagli del libro


Voto medio del prodotto:  4.5 (4.3 di 5 su 18 recensioni)

5.0Impetuoso, magnifico, 16-08-2014, ritenuta utile da 42 utenti su 50
di - leggi tutte le sue recensioni
Si può appartenere alla buona borghesia tedesca e aver scelto di fare il clown? Sì, e la motivazione è insita in una polemica verso quella famiglia che collaborò col nazismo. Ma cosa succede se, poi, la donna cui il clown ha dedicato la vita si sposa con un altro? Cosa succede se il fratello minore si fa prete cattolico, accantonando generazioni di protestantesimo? Ebbene: se tutto ciò accade, si finisce come il protagonista di questo monologo torrenziale, di cui però non voglio anticipare nulla.
Un libro che si legge d'un fiato, che intenerisce, che irrita, che commuove. Uno scavo che non esita di fronte ad alcuna miseria umana. Un implacabile atto d'accusa verso una società bigotta, disposta a soprassedere anche sul passato più imbarazzante. E infine un'autocritica da parte di chi, pur con tutte le ragioni, ha finito col perdere tutto. Non sarà un romanzo ottimistico, ma è sicuramente una lettura indispensabile.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Ennesima delusione, 27-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Altra lettura che non è stata all'altezza delle aspettative e soprattutto delle recensioni che si leggono in giro per internet.
Io mi sono annoiato per gran parte delle 300 pagine. Il protagonista non fa altro che piangere e lagnarsi della perdita subita. Non fa altro che chiedere in prestito soldi e denigrare la Chiesa.
Non capisco come abbia fatto ad assurgere a capolavoro della letteratura.
Bocciato
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Opinioni di un clown, 20-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro molto malinconico, con un personaggio triste e sconfitto, che odia tutto e tutti, ma per cui alla fine si parteggia. Ci sono lunghi pezzi un po' lenti che rischiano di annoiare. La storia non è niente di eccezionale, però si va avanti perchè lo stile narrativo intriga e le riflessioni sono profonde, mettono in luce aspetti della società contemporanea che non si possono non condividere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Opinioni di un clown, 10-01-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Poche ore che condensano nella loro narrazione un'intera vita, tra alti e bassi, successi e disfatte. Il clown protagonista, solo e in solitudine, ripensa infatti al suo passato e al suo presente, alla sua famiglia, alla sua città, agli amici e alla donna che ama e che lo ha abbandonato. Un duro attacco ai moralismi della religione e ai suoi controsensi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Classico della Letteratura tedesca, 26-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Irriverente, schietto e a ruota libera, a questo modo il protagonsta di Heinrich Bll si presenta al lettore: "Opinioni di un Clown" è valso al suo autore tante critiche dall'ambiente cattolico-governativo ma è stato anche consacrato a classico della letteratura tedesca.
Nella parabola discendente della sua carriera e della sua vita privata, il clown non risparmia nessuno!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Una sensibilità fuori dal comune., 16-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro crudo e toccante che descrive una società ingessata in cui Hans non riesce ad omologarsi alla massa. Abituato a dire ciò che pensa chiaramente "Opinioni di un clown" offre una finestra sulle riflessioni di un personaggio dalla sensibilità estrema, che vede la sua vita sgretolarsi dopo l'abbandono subito da parte di Maria. La storia toccante di un uomo e del suo amore.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0La biacca screpolata del clown, 06-08-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Letto d'un fiato... Per me è stata una lettura intensa e triste, come il cerone di "biacca screpolata" che accompagna l'esibizione finale di Hans, nell'attesa disperata della sua Maria alla stazione di Bonn. La malinconia profonda e cinica che un clown monogamo, abituato a dire quello che sente, ha saputo creare rende questo libro ormai un classico a cui non ci si può sottrarre.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Opinioni di un clown, 17-04-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Un ritratto generazionale della società tedesca della metà del '900, chiaro limpido, visto attraverso gli occhi di un personaggio che giudicare arguto è dir poco.
Il clown in questione è un clown triste, un perdente che si trova a osservare gli altri e a riflettere sulle loro ma anche sulle proprie debolezze.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Intriso di tristezza, 21-03-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un bel libro intriso di tristezza. O quanto meno è il sentimento che ho percepito durante tutta la lettura del testo.
Un volume pieno di constatazioni amare, che contiene la descrizione di una realtà nella quale l'autore non può fare a meno di portare un paragone con la società hitleriana composta da quelle stesse persone che sembrano totalmente cambiate (almeno nella forma).
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Pensavo tutt'altro, 22-12-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Mai come con questo romanzo le mie aspettative sono state disattese. Non parlo della qualità dell'opera, ma proprio del contenuto. Il titolo mi aveva fatto immaginare cose che assolutamente non c'entrano con la trama. Mi ero aspettata delle riflessioni e per di più in qualche modo positive su come un clown potesse vedere la vita. Invece ci si trova di fronte a un romanzo che racconta la vita di un uomo tedesco di buona famiglia che si trova a vivere negli anni peggiori del paese, dalla fine della seconda guerra mondiale in poi. Perde la stima della famiglia e l'amore della compagna e neppure la sua professione di clown riesce più a dargli soddisfazione. Un racconto drammatico, scritto molto bene che fa luce sulla società tedesca di quel periodo.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Affascinante, 04-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Edificante nella sua dura verità, che descrive il mondo con una schiettezza che non proviene da un punto di vista comune, ma da uno del tutto particolare, nuovo: un agnostico monogamo che critica lo stile di vita politico dei cristiani. Apre gli occhi su delle verità troppo spesso ignorate.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0favorito?, 16-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
personaggio indimenticabile e - forse - impareggiabile. Le sue assennate conversazioni telefoniche senza capo ne coda, la sua lucida disperazione, la sua malinconica e triste simpatia.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Opinioni di un clown (18)