€ 12.32€ 14.50
    Risparmi: € 2.18 (15%)
Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Onora il padre. Quarto comandamento

Onora il padre. Quarto comandamento

di Giancarlo De Cataldo

3.5

Normalmente disponibile in 2/3 giorni lavorativi

 Questo prodotto appartiene alla promozione  Einaudi
Il commissario Matteo Colonna è stato inviato a Rimini per indagare sugli omicidi di alcune giovani donne e si imbatte in un serial killer molto speciale. Perché uccidendo le sue vittime, l'assassino che i giornali chiamano "Il figlio dei fiori" ascolta sempre un dimenticato brano psichedelico del 1972? Che cosa sono il Giusto Ritmo e la Legge? Che cosa nasconde la tranquilla Casa di riposo Giovanni Pascoli? Ce la farà il giovane e intuitivo Matteo Colonna, che cerca di immedesimarsi nell'assassino, a resistere all'orrore di ciò che sarà costretto a scoprire? Torna in libreria il romanzo che ha esplorato il cuore criminale dei rapporti familiari, il tradimento, e il desiderio di ordine che torna ad affacciarsi ovunque. Perché il killer che Colonna insegue è un padre. E i padri non sanno solo amare, ma anche odiare, e punire.

Note su Giancarlo De Cataldo

Giancarlo De Cataldo è nato a Taranto nel 1956. Vive a Roma dal 1973, dove attualmente lavora come Giudice di Corte d’Assise. Ha da sempre coltivato la sua passione per la letteratura che lo ha portato a scrivere numerosi romanzi, testi teatrali e sceneggiature. I romanzi da lui pubblicati, sono per la maggior parti romanzi gialli. Il suo primo romanzo è del 1989 e si intitola “Nero come il cuore”. Il libro che ne ha sancito il successo, è “romanzo criminale”, del 2002, che racconta le vicende della banda della Magliana nella Roma degli anni Settanta. Grazie all’opera, De Cataldo ha vinto nel 2003 il prestigioso Premio Letterario Giorgio Scerbanenco in quanto autore del miglior romanzo giallo/noir italiano pubblicato nel corso dell'anno precedente. Dal romanzo è stato tratto un film omonimo, diretto da Michele Placido, ed una serie televisiva diretta da Stefano Sollima. Nel 2007 ha pubblicato “Nelle mani giuste”, romanzo ambientato durante gli anni Novanta che riprende alcuni dei personaggi e alcune delle vicende narrate in “Romanzo criminale”. Nel 2012 ha pubblicato invece “Io sono il libanese”, che racconti i fatti antecedenti. Nel 2006 ha curato per conto della Rai la serie tv “Crimini”.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Giancarlo De Cataldo:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

3.0Onora il padre, 29-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
E così si conclude la saga noir riproposta da Repubblica nell'estate 2010. Un libro decente, che si lascia leggere, soprattutto con quella ambientazione di rimembranze riminesi. L'Hotel Excelsior, il Grand Hotel, le spiagge felliniane, Riccione e Gabicce a Mare. Si sente che è un libro un po' buttato giù "in fretta" quasi fosse più una prova per qualche sceneggiatura televisiva che per un riflessivo romanzo. Ma nella sua esilità, si legge comunque piacevolmente. L'indagine del bravo ispettore Marco Colonna, orfano di padre ignoto, che per la sua specializzazione presso l'FBI come esperto in serial killer viene catapultato nella natia Rimini che aveva lasciato a pochi mesi, fuggendo a Milano con la madre. Indaga sulla morte della facoltosa Federica, e subito scopre le tracce di un possibile serial killer. Contro le pressioni del pur ottimo vicequestore Prosperi si butta a capofitto alla ricerca di questo strano assassino, che non violenta le vittime (tutte donne) ma che brucia bastoncini di incenso e che mentre le tortura ascolta il cd Silence dei Flying Objects (inventata ma molto reale). Coinvolgendo il personale della stazione di polizia di Rimini (soprattutto la bella Anna, come tutte le riminesi doc). Alla ricerca del mostro si sovrappone ben presto anche quella del padre che lo ha abbandonato. Ma il giallo, ben presto si risolve, e la tensione al bene dei buoni rimane (non come il di poco successivo commissario Scialoja di Romanzo Criminale). Come rimane la descrizione di questa Rimini fuori stagione, dove ti allontani un po' dal lungomare e trovi il mondo arcaico della provincia italiana. Di Piazza Cavour con i suoi bar, ma anche delle colonie estive di eredità mussoliniana. Ripeto, si lascia leggere, tanto che l'ho divorato in un paio di giorni, ma non lascia molto su cui pensare. Una sola notazione marginale, a pagina 138, non avrei messo (o avrei annotato) la storiella che racconta un ispettore per mettere in ridicolo il questore, che è ripresa tale e quale dal monologo di quindici anni prima di Troisi intitolato "Il pazzo", quando il grande comico spiega perché ha sodomizzato padre, madre e figlia, sotto la spinta dell'ossessivo padre che lo spingeva a farsi una famiglia!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Onora il padre, 11-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
L'impianto e' del giallo-thriller (Rimini: un serial killer soprannominato "Il figlio dei fiori" lascia dietro di se' una scia di giovani vittime a
tempo di musica anni '70), ma l'autore riesce ad andare oltre gli stereotipi mettendo in primo piano il cuore nero dei rapporti familiari, fatto di
tradimenti, di distacchi, di possesso, ma anche di ricerca di affetti.
Per il commissario Matteo Colonna, bel personaggio in cerca di un padre che non ha mai conosciuto, l'indagine diventa qualcosa di molto personale. Anche i personaggi di contorno sono interessanti, ciascuno ha qualcosa da dire.

Pubblicato tempo fa nei Gialli Mondadori sotto pseudonimo, il romanzo e' stato "riveduto e corretto" (come si dice in questi casi) dall'autore e portato in libreria da Einaudi
Ritieni utile questa recensione? SI NO