€ 7.00
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Omero, Iliade

Omero, Iliade

di Alessandro Baricco

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
Questo volume nasce da un progetto di rilettura del poema omerico destinato alla scena teatrale. Baricco smonta e rimonta l'Iliade creando ventun monologhi, corrispondenti ad altrettanti personaggi del poema e al personaggio di un aedo che racconta, in chiusura, l'assedio e la caduta di Troia. L'autore "rinuncia" agli dei e punta sulle figure che si muovono sulla terra, sui campi di battaglia, nei palazzi achei, dietro le mura della città assediata. Tema nodale di questa sequenza di monologhi è la guerra, la guerra come desiderio, destino, fascinazione, condanna. Un'operazione teatrale e letteraria insieme, dalla quale emerge un intenso sapore di attualizzazione, riviviscenza, urgenza, anche morale e civile.

Note su Alessandro Baricco

Alessandro Baricco è nato a Torino il 25 gennaio 1958. E' uno dei più apprezzati autori del panorama letterario italiano. Studia Filosofia e si laurea con una tesi in Estetica. Contemporaneamente agli studi universitari, si diploma in pianoforte presso il conservatorio. Il suo esordio come scrittore avviene in qualità di critico musicale, quando nel 1998 pubblica un testo su Rossini. Il suo primo romanzo, invece, è del 1991. Si intitola “Castelli di rabbia” e vince il Premio Campiello. Il secondo romanzo, "Oceano mare", è del 1993. Nel 1994 viene pubblicato "Novecento", un monologo da cui viene tratto un lavoro teatrale e il film di Tornatore dal titolo "La leggenda del pianista sull'oceano". Nello stesso anno, a Torino, Baricco fonda la scuola Holden, centro per l'apprendimento delle tecniche di scrittura e storytelling. Accanto all'attività di scrittore, si occupa anche di televisione in qualità di conduttore, autore e ideatore di programmi. Collabora inoltre con importanti quotidiani nazionali. Dalle rubriche che ha curato per La Stampa e Repubblica nascono due volumi intitolati "Barnum" (1995 e 1998). Questi e altri numerosi successi della vasta produzione artistica dell'autore, tra cui “City” (1999), “Senza sangue” (2002) e “Questa storia” (2005), proiettano Baricco nel gotha della narrativa contemporanea italiana.

 

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Alessandro Baricco:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Omero, Iliade e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 18 recensioni)

4.0Omero, iliade: recensione, 25-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Alessandro baricco, in questo libro, ha voluto raccontare la classica storia del combattimento troiano, ma raccontata in modo diverso. Ha tenuto conto di tutti i personaggi, scrivendo uno per uno la loro storia.
Baricco ha ritenuto importante anche effettuare modifiche sul racconto, eliminando ogni intervento degli dei per avvicinarsi di più ai giorni nostri.
Un libro totalmente scorrevole e mantiene sempre temi interessanti.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Piacevole, 23-04-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Un testo che va premiato per l'originalità quanto per lo stile teatrale e magistrale di uno scrittore decisamente talentuoso. La riproposizione di testi classici in chiave moderna è infatti un motivo per cui ho acquistato questo libro. Inutile dire che ne resterete ampiamente soddisfatti ed entusiasti!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Una rilettura moderna di un classico, 26-03-2012, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Molto interessante l'idea di riproporre in modo meno complesso un'opera straordinaria come l'Iliade di Omero ad un pubblico che non presuppone specifiche competenze. L'unica obiezione, a dire il vero piuttosto importante, la farei al fatto che eliminare completamente da un romanzo di tale argomento l'azione divina, significa sminuire l'opera e anche la civiltà greca.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0La nuova Iliade per avvicinarsi a quella vera, 02-01-2012, ritenuta utile da 2 utenti su 3
di - leggi tutte le sue recensioni
Baricco racconta in questo libro le vicende narrate nell'Iliade attraverso gli occhi dei suoi personaggi. In questa trasposizione del poema omerico Baricco, come spiega nella piccola prefazione che precede il libro, ha voluto posizionare gli dei sullo sfondo, trasformando ogni loro azione in una azione compiuta da umani.
Questa operazione, fatta dall'autore per far risaltare l'aspetto più umano delle figure che popolano lIliade, toglie però alle vicende del poema parte dei loro risvolti più epici e a volte rende le vicende un po' banali.
Un altro intervento molto evidente è quello del cambio del punto di vista da un capitolo all'altro, il narratore onnisciente diventa un narratore più umano che si trova al centro dell'azione. L'idea è ottima ma Baricco non la sfrutta al meglio facendo grossolani errori forse dovuti ad un desiderio di attuare la propria idea ma al tempo stesso di mantenere la caratteristica principale del narratore onnisciente cioè quella di vedere e sapere tutto ciò che accade anche se non è presente. Questi errori fortunatamente vanno via via diradandosi.
Le operazioni sul linguaggio sono forse quelle meglio riuscite infatti il linguaggio usato da Baricco è semplice e immediato ma al tempo stesso da l'idea di una narrazione epica. La sforbiciatura rende il testo più scorrevole. Le sequenze più epiche, a mio parere, sono quelle delle battaglie, queste sono caratterizzate da similitudine di grande spessore e lunghi elenchi di uccisioni truculente in presenza così massiccia che potrebbe sembrare eccessiva. Talvolta però Baricco ricade nella banalità facendo quasi delle parafrasi del testo omerico.
In definitiva questo Omero, Iliade è un libro rivolto a coloro che vogliono conoscere l'Iliade più che a coloro che la conoscono e che quindi potrebbero rimanere delusi dagli errori sparsi qua e là e dall'eliminazione degli dei.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0La moderna Iliade, 22-08-2011, ritenuta utile da 1 utente su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
Alessandro Baricco ci racconta le vicende dell'Iliade in chiave moderna. La lettura non è quella pesante e difficile della classica Iliade, ma semplice e scorrevole. Gli avvenimenti sono raccontati in modo innovativo, ognuno di essi viene mostrato dal punto di vista di un personaggio differente. Un classico-moderno da avere.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Omero, Iliade, 06-07-2011, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Rivisitazione moderna dell'Iliade, ad opera di Baricco non proprio al massimo della forma. Tuttavia sia ben chiaro che -questo non è Omero-. Ad esempio, il narratore esterno è abolito per lasciare spazio a narrazioni portate avanti dai singoli protagonisti, i concili degli dèi ed i loro interventi sono aboliti perchè sentiti come troppo distanti dalla sensibilità moderna, ci sono degli episodi omessi e così via, con altre piccole modifiche che ovviamente investono anche il piano del linguaggio, considerando che Omero risulterebbe oggi piuttosto ampolloso e ridondante, con i suoi epiteti esornativi, i versi formulari ed i lunghissimi spezzoni descrittivi.
Pertanto, ben venga tale riadattamento, se finalizzato a far avvicinare i non addetti ai lavori al mondo greco (e a quello classico più in generale) , tuttavia deve essere ben chiaro che, con i suoi pregi ed i suoi difetti, questo non è Omero!
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Baricco, non Omero, 17-02-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
La scelta di Baricco è una scelta musicale e teatrale: il racconto per bocca dei protagonisti prosegue celebrando gli eroi, il coraggio, la passione, la morte, la giovinezza. Da ogni racconto emerge il rimpianto per la vita che è e che avrebbe potuto essere e la ricerca della gloria per guadagnare il ricordo eterno.
Bellissimo lo spettacolo tratto dal libro.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Un'altra bellezza, 12-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Al di là del testo, organizzato in monologhi pronunciati da alcuni protagonisti della vicenda omerica, merita una notazione particolare la postilla al libro, in cui l'autore in modo provocatorio sfida la guerra nella sua bellezza, riconoscendo il fascino che le armi hanno da sempre esercitato sull'uomo e proponendo la ricerca di un'altra bellezza nella vita di tutti i giorni, che ridia colore alle emozioni spesso esanimi e pallide della nostra esistenza.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0Da leggere assolutamente, 05-11-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Molto bello e quasi commovente . Gli eroi troiani con Baricco diventano persone umane al 100%.Un altro modo di "vedere" l'Iliade.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
5.0splendido, 24-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Un libro che non ha la pretesa di essere un commento all'Iliade di Omero ma mette in luce gli aspetti più umani di personaggi che sembrano tanto lonatni da noi ma che avevano le stesse aspirazioni e le stesse debolezze di noi uomini moderni
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Leggete l'originale di Omero, 06-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Baricco era partito bene con l'idea non tanto di realizzare una versione in prosa dell'Iliade, quanto di riscriverla facendo parlare i personaggi in prima persona.
Ci sono diversi aspetti negativi però.
Primo: nella prefazione lui stesso dichiara di aver tagliato molto per adeguare la grandezza del libro alla mole cui è abituato il lettore moderno. Questo è esattamente il contrario di quanto fa uno scrittore come Eco, che del lettore ha un'alta considerazione.
Secondo: il mito viene cancellato completamente. Questo è un enorme sbaglio, in quanto l'aedo nell'antichità era uno storico che ancora non aveva conoscenza di tale ruolo, e narrava eventi storici sotto forma poetica, e il mito era una componente imprescindibile di quella cultura e, più in generale, del modo di pensare di allora.

Sarebbe come espungere la religione da I promessi sposi. Impensabile. O la storia come sfondo de Il gattopardo qualora lo si interpretasse erroneamente come la storia di una famiglia e basta.

Infine devo dire che c'è un aspetto positivo. Baricco ha comunque colto la giusta chiave di lettura nell'epilogo: che l'Iliade parla di guerra ma esaltando la pace.
Interpretazione che è stata largamente condivisa da molti grandi studiosi di letteratura greca tra cui Cerri.

Due stelline in conclusione. Non so perché ma mi ha fatto pensare a Spoon River.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
2.0Leggete l'originale, 05-10-2010
di - leggi tutte le sue recensioni
Era buona l'idea di riscrivere l'Iliade in prosa, ma di più quella di organizzare la narrazione in scene in cui era un personaggio a parlare in prima persona.
Idee sfruttare male. Intanto nella prefazione dichiara di aver tagliato molte scene per adeguarsi alla mole che il lettore moderno è solito leggere. E in questo fa esattamente il contrario di Eco: tratta il lettore come poco sveglio..
Secondo poi lo stile poteva essere più accurato.
Terzo: il mito viene completamente tagliato fuori dalle vicende.
Do le due stelline giusto perché nel finale dimostra di aver colto la giusta chiave di lettura, la stessa adottata da Cerri nella prefazione dell'edizione da lui curata.
Ritieni utile questa recensione? SI NO

Leggi anche le altre recensioni su Omero, Iliade (18)