Oggetto del processo civile e cosa giudicata

Oggetto del processo civile e cosa giudicata

di Andres de la Oliva Santos


  • Prezzo: € 36.00
  • Nostro prezzo: € 34.20
  • Risparmi: € 1.80 (5%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
 Questo prodotto appartiene alla promozione  Giuffrè

Spedizione a 1€ Spedizione con Corriere a 1€    Scopri come

In sintesi

L'obiettivo principale del volume è di offrire strumenti per affrontare le questioni - i problemi concreti più frequenti - che sorgono intorno ai concetti di "oggetto del processo" e di "cosa giudicata" ed ai loro reciproci rapporti.
Secondo l'Autore, tramite tali strumenti sarà possibile fornire a tali questioni delle risposte razionali.

Indice

resentazione di Michele Taruffo VII
Ripensare il giudicato in funzione del processo di Diego
Volpino XI
Prefazione all'edizione italiana 3
Elenco delle principali abbreviazioni 9
INTRODUZIONE
Precedenti e scopo di questo libro 11
Caratteristiche dell'opera 14
Parte Prima
L'OGGETTO DEL PROCESSO CIVILE
I. Nozioni generali 23
1. Sul concetto di oggetto del processo, sua funzione e
delimitazione 23
2. Pretesa ed azione affermata 27
3. Oggetto necessario ed oggetto eventuale del processo 33
3.1. Pretesa dell'attore e contropretesa del
convenuto 33
3.2. L'oggetto eventuale del processo: rilevanza della
contropretesa del convenuto: casi particolari 35
II. Gli elementi che identificano l'oggetto principale del
processo 44
1. Cio' che si chiede o petitum 45
2. I soggetti 55
3. La causa petendi 57
3.1. Le teorie della individuazione e della
sostanziazione 58
3.2. Relativita' delle teorie sull'elemento decisivo per
la determinazione della causa petendi 64
3.3. Individuazione, sostanziazione e preclusione delle
allegazioni in fatto ed in diritto 66
3.4. Causa petendi e scopi della delimitazione
dell'oggetto del processo 74
3.4.1. Esame specifico della regola iura novit
curia 76
3.4.2. Il divieto di "mutamento della domanda" o
mutatio libelli 81
III. Oggetto effettivo ed oggetto virtuale del processo ci vile:
una distinzione necessaria 84
1. Oggetto effettivo del processo civile 86
2. Oggetto virtuale del processo civile 87
IV. Oggetto del processo, litispendenza, riunione di cause e
sospensione del processo per pregiudizialita' civile 90
1. Oggetto virtuale del processo e litispendenza 91
2. Oggetto virtuale del processo e riunione di cause 93
3. Oggetto del processo e sospensione per pregiudizialita'
civile 96
V. L'oggetto del processo nella Ley de Enjuiciamiento
Civil 99
Parte Seconda
IL GIUDICATO CIVILE
I. Il giudicato e le decisioni giudiziali 105
II. Giudicato formale e giudicato sostanziale 106
1. Il giudicato formale 107
2. Il giudicato sostanziale 115
III. Funzione negativa e positiva del giudicato 118
IV. Teorie sul giudicato sostanziale 124
V. Giudicato, esecuzione forzata e misure cautelari 132
1. Giudicato ed esecuzione forzata 132
2. Giudicato e misure cautelari 140
VI. Ambito del giudicato 145
1. Decisioni idonee al giudicato sostanziale e materie il cui
giudizio puo' conseguire tali effetti 149
1.1. Il fattore della natura del processo in cui la
decisione viene emanata: le sentenze pronunciate nei
processi sommari 149
1.1.1. Considerazioni generali 149
1.1.2. La possibile reiterazione di processi sommari
aventi il medesimo oggetto: "argomento" contro
l'assenza di giudicato e reazione giuridica
avverso la reiterazione 159
1.1.3. Il dualismo processo sommario-successivo
processo a cognizione piena e la dovuta
reazione contro l'abuso del processo a
cognizione piena: rigetto della pretesa
meramente ripetitiva ex artt. 247.2 LEC e 11.2
LOPJ 165
1.2. Il fattore della materia oggetto di giudizio: le
decisioni su questioni processuali 176
1.2.1. In generale 176
1.2.2. In particolare, le decisioni sui presupposti
processuali relativi al giudice 187
1.2.2.1. Le decisioni sulla competenza
territoriale 188
1.2.2.2. Le decisioni sulla competenza per
materia 191
1.2.2.3. Le decisioni sulla giurisdizione del
giudice civile 196
2. Limiti del giudicato civile 208
2.1. Limiti soggettivi o personali del giudicato 210
2.1.1. Il problema del cd. litisconsorzio necessario
in ragione della pretesa estensione ultra
partes del giudicato 226
2.1.2. Necessaria revisione della dottrina
sull'efficacia ultra partes del giudicato, sul
principio del contraddittorio e sul
litisconsorzio necessario 229
2.2. Limiti oggettivi del giudicato 238
2.2.1. Giudicato e presupposti giuridici della
sentenza 246
2.2.2. Giudicato ed eccezioni di merito 260
2.2.2.1. Considerazioni generali 260
2.2.2.2. Disciplina particolare delle
eccezioni di compensazione e di
nullita' del negozio su cui si fonda
la domanda 264
2.2.2.3. Pronunce su altre eccezioni di
merito 268
2.2.3. Giudicato e giudizi di fatto 271
2.3. I c.d. "limiti temporali" del giudicato 286
2.3.1. Giudicato e situazioni nuove o "mutamenti
delle circostanze": considerazioni
generali 288
2.3.2. Giudicato e mutamenti di diritto 292
2.3.3. Il fattore temporale nei limiti oggettivi del
giudicato 294
2.3.4. Delimitazione nel tempo dell'ambito oggettivo
del giudicato e preclusione delle allegazioni
di fatto 297
2.3.5. Giudicato, sentenze in materia di prestazioni
periodiche, questioni di stato civile e
mutamento delle circostanze 300
VII. Giudicato e oggetto dei processi. Analisi specifica della
funzione positiva del giudicato 306
VIII. Disciplina processuale del giudicato civile 317
1. Disciplina processuale del giudicato formale 319
2. Disciplina processuale della funzione negativa del
giudicato sostanziale 320
3. Disciplina processuale della funzione positiva del
giudicato sostanziale 337

Altri utenti hanno acquistato anche:


Dettagli del libro