€ 14.10€ 15.00
    Risparmi: € 0.90 (6%)
Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Oblòmov

Oblòmov

di Ivan Goncarov

4.0

Normalmente disponibile in 1/2 giorni lavorativi
  • Editore: Mondadori
  • Collana: Oscar grandi classici
  • Data di Pubblicazione: marzo 2010
  • EAN: 9788804597100
  • ISBN: 8804597100
  • Pagine: XXVIII-621
  • Formato: rilegato
Meditato e scritto per oltre un decennio, "Oblòmov" venne pubblicato nel 1859, suscitando fin dal primo apparire ampi dibattiti. In effetti il protagonista eponimo, Il'jà Il'ìc Oblòmov, è uno di quei personaggi davanti ai quali tanto i lettori comuni quanto i critici letterari non rimangono indifferenti: preda di un'invincibile apatia che neppure l'amore sincero per la bella Ol'ga riesce a vincere, è caratterizzato da un'ipertrofia della coscienza cui corrisponde una paralisi dell'azione, o un suo dissiparsi in gesti sterili e disperati. Il "tipo umano" che Goncaròv mette in scena è da un lato squisitamente russo - e imparentato con altri celebri personaggi di quella letteratura, dall'Onégin di Puskin al Pecòrin di Lérmontov -, un tipico esponente dell'aristocrazia ottocentesca irrimediabilmente corrotta dai suoi stessi privilegi; dall'altro è emblematico di una condizione esistenziale eterna, a metà strada tra Amleto e Don Chisciotte, con la quale ogni generazione, in ogni luogo, si confronta.

Prodotti correlati:

Altri utenti hanno acquistato anche:


Recensioni degli utenti

Scrivi una nuova recensione su Oblòmov e condividi la tua opinione con altri utenti.

Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 1 recensione)

4.0Chi è Oblomov?, 12-03-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
''Oblomovismo' '. E' questa la parola che appare ossessivamente in tutto il romanzo, dall'inizio alla fine. Oblomov suscita nelle persone che hanno a che fare con lui, sia come figure del romanzo, sia come lettori del libro, opinioni contrstanti. In entrambi i casi, ci sono pareri divergentii: per qualcuno Oblomov è un uomo insignificante che non prende nessun tipo di iniziativa e lascia che il mondo gli passi accanto senza battere ciglio. Per altri è l'emblema dell'egoismo, facendo sempre e solo ciò che gli aggrada, senza mai farsi trascinare o coinvolgere in iniziative altrui. Per altri ancora, che leggono i suoi comportamenti in modo diverso, è il simbolo della bontà impersonificata. Per tutto il romanzo sono presenti queste diverse visioni; differenze che rimangono fino alla fine. Comunque la si pensi, resta un classico della letteratura russa che non sfigura accano a nomi quali Turgenev e Tolstoj.
Ritieni utile questa recensione? SI NO