€ 5.85€ 13.00
    Risparmi: € 7.15 (55%)
Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativiMetti nel carrello
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
La nuova Justine ovvero le disavventure della virtù

La nuova Justine ovvero le disavventure della virtù

di François de Sade

3.5

Normalmente disponibile in 3/4 giorni lavorativi
  • Editore: Garzanti Libri
  • Collana: I grandi libri
  • Traduttore: Pontiggia G.
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2007
  • EAN: 9788811368304
  • ISBN: 8811368308
  • Pagine: XXV-749
  • Formato: brossura
Nella "Nuova Justine" la normalità del Male diventa lo scenario filosofico coerente e continuo di una rappresentazione che non insiste più - come accadeva nella "Filosofia nel boudoir" - sulla rottura trasgressiva, sullo stupore dell'eccesso, sulla gioia fredda della crudeltà, sul rovesciamento didattico di ruoli e imposture sociali, quanto piuttosto sulla durata di una narrazione convinta delle sue ragioni e sempre più convincente per chi la legge. Con lucidissimo furore mentale, Sade compone i suoi scenari di personaggi-idee-parole, mette in scena il "discorso", infrange le mediazioni sociali e culturali tra esistente e potenziale. La posta in gioco è la vita vera che non c'è.

Altri utenti hanno acquistato anche:


Voto medio del prodotto:  3.5 (3.5 di 5 su 2 recensioni)

4.0L'Antiteodicea, 24-07-2011
di - leggi tutte le sue recensioni
Dietro l'erotismo sfrenato e perverso, il divin marchese ci presenta un mondo totalmente capovolto. Justine emblema della virtù, del sentimento religioso, cerca di essere persuasa attraverso la violenza ed il male, dell'inutilità dei suoi valori, che la porteranno alla morte. Ogni legame sociale viene rotto, la più alta forma di virtù è il rispetto delle proprie passioni, da dover soddisfare fino all'annientamento dell'altro. Nella sua antiteodicea Sade non cerca di giustificare il male, ma lo pone come vera essenza della natura e dell'uomo, la distruzione e la morte sono le autentiche armi delle quali la vita si serve.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
3.0Justine, 24-09-2010, ritenuta utile da 1 utente su 1
di - leggi tutte le sue recensioni
Senza dubbio l'opera più completa del Marchese, e per questo ne conserva tutti i pregi e tutti i difetti. Il pregio di presentare nel modo più esaustivo la filosofia di pensiero 'capovolta' di Sade. Ma anche un'opera estenuante e ripetitiva, tanto che, se all'inizio si legge tutto da un fiato, verso la fine risulta un po' indigesta. Infatti, sebbene le atrocità siano presentate secondo la consueta logica progressiva, ovvero i crimini divengon più efferati man mano che si va verso la fine, le avventure dell'eroina sono tutte piuttosto simili.
Ritieni utile questa recensione? SI NO