€ 8.50
Fuori catalogo - Non ordinabile
Spedizione a 1€Spedizione con Corriere a 1€sopra i 24 euro!Scopri come
Novella degli scacchi

Novella degli scacchi

di Stefan Zweig

4.0

Fuori catalogo - Non ordinabile
  • Editore: Garzanti Libri
  • Collana: Gli elefanti. Narrativa
  • Edizione: 4
  • Traduttore: Martini Vigezzi S.
  • Data di Pubblicazione: gennaio 2004
  • EAN: 9788811682028
  • ISBN: 8811682029
  • Pagine: 107
  • Formato: brossura
Stefan Zweig scrisse "Novella degli scacchi" nel 1941, pochi mesi prima di suicidarsi, insieme con la seconda moglie, nella città brasiliana di Petropolis, il 22 febbraio 1942. La notizia della sua morte fu soffocata da quelle provenienti dai fronti di guerra e così anche la sua ultima, disperata protesta, non fu che un flebile grido, quasi inudibile nel frastuono di quegli anni. Nella "Novella degli scacchi" lo stato d'animo di abbandono, di infinita stanchezza, di rinuncia alla lotta, è prefigurato nella sconfitta di colui che rappresenta la sensibilità, l'intelligenza, la cultura per opera di un semianalfabeta, ottuso uomo-robot. E, a rendere ancora più crudele la disfatta dello spirito, Zweig scelse come terreno dello scontro una scacchiera.

Altri utenti hanno acquistato anche:

I libri più venduti di Stefan Zweig:


Voto medio del prodotto:  4.0 (4 di 5 su 2 recensioni)

4.0La scacchiera mentale, 09-05-2012
di - leggi tutte le sue recensioni
Al pari di Mendel dei libri, un altro onirico racconto dello scrittore suicidatosi all'avvento del nazismo. Un'altra vittima di Hitler e di tutto lo scatenato orrore nazista. Un altro piccolo grande racconto sul valore fatale del gioco degli scacchi, grande analogia della sfida dell'uomo al destino. E una psiche che si sdoppia nel bianco e nel nero, che provoca una propria follia per evitare di farsi trascinare nella follia. Bello. Lo stile minimo si addice a Zweig.
Ritieni utile questa recensione? SI NO
4.0Novella degli scacchi, 30-10-2010, ritenuta utile da 2 utenti su 2
di - leggi tutte le sue recensioni
E' un po' come una fiaba incalzante, un racconto metaforico suggestivo. Mai una monomania è risultata più affascinante e struggente.
Zweig è raffinato, preciso, diretto, in una parola: perfetto. Se volete leggere una storia ben raccontata, è quello che fa per voi.
Ritieni utile questa recensione? SI NO